Svizzera, l'ex moglie di Dzemaili provoca: su Instagram l'esultanza alla Xhaka

Erjona Sulejmani si è schierata dalla parte di Shaqiri e Xhaka difendendo la loro esultanza dopo i gol segnati in Svizzera-Serbia. L'ex di Dzemaili ha postato su Instagram una sua foto con la stessa esultanza dei due giocatori elvetici

La Svizzera di Petkovic ha vinto in rimonta per 2-1 contro la Serbia e ora si è messa in ottime condizioni per qualificarsi agli ottavi di finale del Mondiale. Le esultanze di Xhaka, di origine albanese-kosovara, e di Shaqiri, di origine albanese, però, non sono piaciute alla Fifa che ora medita sanzioni nei confronti dei due calciatori. Aver mimato con le mani l'aquila a due teste, richiamando in maniera palese la bandiera dell'Albania, ha creato discussione e anche sui social i tifosi si sono scatenati.

Erjona Sulejmani, ex moglie di Blerim Dzemaili centrocampista della Svizzera anch'egli di origine macedone-albanese, ha voluto prendere una posizione schierandosi con i due giocatori rossocrociati e con la loro esultanza. La bella Erjona ha prima postato l'esultanza di Xhaka, e in un secondo momento, ospite di uno studio televisivo, ha voluto postare la stessa esultanza alzando un polverone incredibile.

[[

Un post condiviso da Blog Personale (@erjona_sulejmani) in data:

]]

Il segno dell’aquila, che richiama la bandiera albanese, ha scatenato lunghe discussioni sul fatto che la politica non debba inquinare il calcio. Anche la ex moglie di Dzemaili, Erjona Sulejmani, ha preso una posizione e sui suoi social ha postato l’esultanza dei due giocatori. Per rimarcare il gesto ha postato una sua foto con le mani che mimavano il simbolo dell’aquila. E anche sul suo profilo si è scatenata la polemica…