Tania Cagnotto, oro anche in amore: nel 2016 Olimpiadi e matrimonio

Tania Cagnotto vince la gara del trampolino da un metro ai Mondiali di Kazan ed entra nella leggenda. Ora prepara Olimpiadi 2016 e matrimonio

Gli appassionati di tuffi lo sanno: le atlete cinesi sono le più forti di tutte. Arrivare sul trampolino insieme a una di loro significa doverle cedere il primo posto. Questo vale quasi sempre, ce lo ha insegnato Tania Cagnotto, che non ha assolutamente nulla da invidiare alle fortissime cinesi. La sua medaglia d'oro ai Mondiali di Kazan, in Russia, dal trampolino da un metro ha il sapore della leggenda. Ma adesso c'è da combattere duramente per arrivare in piena forma a Rio de Janeiro, dove l'anno prossimo ci saranno le Olimpiadi. E saranno le ultime per Tania, quindi un podio olimpico - finora mai raggiunto - sarebbe il coronamento di un sogno. Nella vita della trentenne tuffatrice bolzanina, però, c'è un altro obiettivo, quello del matrimonio con Stefano Parolin, suo fidanzato da anni.

I due hanno già fissato la data, sarà a settembre 2016. A Olimpiadi concluse, insomma. Le nozze si celebreranno all'Isola d'Elba che ha visto nascere il loro amore. La prima volta che si incontrarono Stefano, pur essendo sportivo, non sapeva chi fosse. Lei invece venne conquistato dalla sua simpatia e dalla sua indipendenza. Oggi convivono da ormai cinque anni: condividono tutto, ma non la passione per trampolini e piattaforma. Per le nozze c'è già una data, un luogo ma ci sono già i preparativi in corso: la cerimonia si terrà, secondo quello che ha svelato Tania, in una baia dove si arriva solo in barca a vela. Nessun dress code, eccezion fatta per l'obbligo per tutti gli invitati di essere scalzi.

All'orizzonte c'è anche il progetto di allargare la famiglia, fare un figlio, ma anche quello - forse più facile - di imparare a cucinare. Un passo per volta, però: questo è il momento della festa, Tania è nella leggenda.