Tavecchio: "Stranieri mangia banane". E scoppia la polemica

Gaffe all’Assemblea della Lega dilettanti. La sinistra cavalca la protesta: "Faccia un passo indietro". Rispunta la Kyenge: "Paternalismo verso gli inferiori". Ma la Comi: "La politica ne resti fuori"

Carlo Tavecchio

"Le questioni di accoglienza sono un conto, quelle del gioco un altro. L'Inghilterra individua dei soggetti che entrano, se hanno professionalità per farli giocare, noi invece diciamo che Opti Poba è venuto qua, che prima mangiava le banane, adesso gioca titolare nella Lazio e va bene così. In Inghilterra deve dimostrare il suo curriculum e il suo pedigree". Queste parole, pronunciate ieri nel corso dell’Assemblea della Lega nazionale dilettanti dal candidato alla presidenza della Federcalcio Carlo Tavecchio e subito "ridimensionate" dallo stesso dirigente, che ha chiesto scusa per l’equivoco precisando che parlava di curriculum, hanno provocato reazione a catena sul web, con una protesta che è andata via via montando.

Da una parte sui social networl esplode l'ironia con tanto di fotomontaggi corrdati dall'hashtag #NoTavecchio, dall’altra la sinistra si è affrettata a chiedere all'attuale presidente della Lega nazionale dilettanti di fare un passo indietro. È soprattutto il Pd a chiedere al candidato di farsi da parte. "Tavecchio dovrebbe ritirarsi dopo le sue indegne dichiarazioni di ieri - sono le parole del piddino Roberto Morassut - se si vogliono ricoprire certi incarichi, che hanno anche un valore di rappresentanza nazionale e di relazione con il Mondo, bisogna saper interpretare con dignità la propria funzione. Le parole di Tavecchio sono gravi e non possono essere sminuite o delimitate dentro gli ambienti del calcio. Sono parole offensive che lo coinvolgono come espressione della classe dirigente italiana nel suo complesso. Non c’è alcuna invadenza della politica nel chiedere aTavecchio di rinunciare alla sua candidatura, perchè quando si vuole svolgere un ruolo di rappresentanza dell’Italia, in qualunque campo, bisogna rispettare la Costituzione e preservare il nostro onore e la nostra dignità". Anche Giovanna Melandri, ex responsabile governativa dello sport, prende le distanze: "La frasaccia di Tavecchio non onora lo sport e vanifica ogni sforzo per colpire razzismo. Fermatelo". Anche Davide Faraone, dal profilo Twitter, vorrebbe sbarrare la strada a Tavecchio alla presidenza della Figc: "Non può fare il presidente della Figc. Sono state svuotate le curve e sospese partite, per parole così. Non avrebbe credibilità". Per Cecile Kyenge, invece, quello di Tavecchio è il tipico "atteggiamento paternalistico nei confronti di chi si pensa inferiore e da civilizzare".

Chi cerca di mitigare è il presidente della Lega di serie B Andrea Abodi che, rispondendo ad alcuni tweet, ha parlato di "frase inaccettabile" che, però, "non fa di una persona un razzista". E fa notare: "La demagogia non è una buona medicina". Dello stesso avviso anche l'eurodeputata di Forza Italia Lara Comi secondo cui una certa sinistra "guarda la pagliuzza nell'occhio altrui e non vede la trave nel proprio". "Se si viene per questo crocifissi - continua l'esponente azzurra - è evidente che lo sport non potrà mai cambiare". E invita la politica a fare un passo indietro e lasciare alla Federcalcio la scelta dei propri dirigenti "senza pensare di pilotare dall’esterno l’esito". Anche Daniela Santanchè accusa la sinistra di "voler usare ogni arma pur di ingerire in tutti i campi in cui si parla di nomine". "Il Pd - fa eco Lucio Malan - non ha perso occasione per sbandierare strumentalmente bandiere di antirazzismo quando di volontà razzista non c’è proprio nulla nelle parole di Tavecchio".

Commenti

killkoms

Sab, 26/07/2014 - 17:54

il nuovo che avanza!!

Ritratto di gianniverde

Anonimo (non verificato)

Ritratto di r.peddis

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 26/07/2014 - 18:15

Perchè dovrebbe fare un passo indietro ??? Se agli ITALIANI, all`estero danno il titolo di mangia-spaghetti o di mafiosi, e ai TEDESCHI danno del mangia patate, dobbiamo prendere il mitra ??? Questi PARACULO di buonisti, la devono smettere di rompere le palle e non devono far cadere le spese sempre sulla popolazione. CHI PIÙ LI DIFENDE, PIÙ DEVE APRIRE IL PORTAFOGLIO E CONTRIBUIRE ALLE SPESE CHE QUESTA GENTE CI IMPONE CONTRO IL NOSTRO VOLERE.

claudio faleri

Sab, 26/07/2014 - 18:16

la politica si faccia i c........i suoi ed anche l'africana rompi coglioni

claudio faleri

Sab, 26/07/2014 - 18:16

la politica si faccia i c........i suoi ed anche l'africana rompi coglioni

Ritratto di ersola

ersola

Sab, 26/07/2014 - 18:20

il nome dice tutto,questo appena parla si da la zappa ai piedi.

mifra77

Sab, 26/07/2014 - 18:21

E' proprio un presidente ideale per la Federazione calcio. Ormai in Italia siamo abituati a cambiare in peggio. Quando pensi di aver toccato il fondo, c'è sempre qualcuno che ti bussa da sotto il pavimento! Dove pensate che si possa arrivare con questo personaggio che dopo aver fatto parte del gruppo dello sfacelo, si candida a risollevare le sorti del calcio Italiano e per cominciare, spara cretinate prima ancora di essere eletto. ufficialmente.

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 26/07/2014 - 18:25

La politica, deve anche ascoltare le lamentele della popolazione ITALIANA,NON DEVE SEMPRE ASCOLTARE LE LAMENTELE DI COLORO CHE IN ITALIA HANNO TROVATO L`ELDORADO e la KYENGE DEVE SMETTERE DI CRITICARE GLI ITALIANI. SE NON SI TROVA BENE NEL NOSTRO PAESE, CHE RITORI AL SUO, A MANGIARE LE BANANE, tra i BEDUINI.

Non so

Sab, 26/07/2014 - 18:25

E ha ragione!!!! ... finalmente qualcuno che dice quello che pensa!

clz200

Sab, 26/07/2014 - 18:26

Capisco perchè qui buttano nella spazzatura la pastasciutta

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 26/07/2014 - 18:26

Ma Tavecchio, via ! Un uomo con la sua esperienza, la sua età, non lo sa che è corretto dire smacchiare il giaguaro, pettinare le barbies ed amenità simili ? Avrebbe dovuto dire:ç Stranieri benedetti, salvatori dell'Italia, venghino, venghino siori, c'é posto per tutti, a spese nostre ! Tanto, anche se gli stranieri aiu quali si riferiva non sono quelli sbarcati dalle bagnarole, loro arrivano in aereo, !a classe prego. Ma tanto la sinistra ottusa non capirebbe la differenza fra una banana ed una mela, poveretti.

aitanhouse

Sab, 26/07/2014 - 18:36

che paese è questo? continueremo a chiedercelo all'infinito... non troveremo mai una risposta per il semplice motivo che la politica, le istituzioni, i mass media ce lo impediscono mettendo in campo la più disgustosa ipocrisia , una morale prefabbricata su basi ideologiche che vanno dalla religione alle teorie marxiste,ad hoc solo per i caporioni di turno grondanti buonismo e tolleranza .Gli italiani, così come hanno visto il loro paese trasformato in un campo profughi a dispetto dell'intera europa che se ne frega assolutamente del problema,vittime di una invasione senza sosta , non hanno neppure la facoltà di esprimere in qualche modo il loro dissenso. Non vogliamo giustificare tavecchio , anzi neppure ci è gradita la sua probabile elezione, stimiamo che le parole sfuggitegli siano frutto delle circostanze che ci coinvolgono tutti, associando involontariamente l'arrivo di calciatori stranieri all'invasione da parte degli extracomunitari.

Ritratto di marcotto73

marcotto73

Sab, 26/07/2014 - 18:40

facendo 2 conti al volo.... Tavecchio al capo della Figc e Lotito vicepresidente.... cosa peggio che Lotito tesserato di FI e amico intimo di Berlusconi!!!!!! i "nuovi" che avanzano!!!!!

eliolom

Sab, 26/07/2014 - 18:40

Non vedo nulla di strano nelle parole di Tavecchio, avendo voluto dire che, mentre altre nazioni si chiede il curriculum ai presunti calciatori, in Italia si accettano per calciatori anche chi mangiava banane, stando sull'albero. La verita' e' che i compagni non vogliono perdere la carica di presidente della FIGC, per questo l'attacco a Tavecchio, uomo da sempre nel calcio.

Ritratto di marcotto73

marcotto73

Sab, 26/07/2014 - 18:41

facendo 2 conti al volo.... Tavecchio al capo della Figc e Lotito vicepresidente.... cosa peggio che Lotito tesserato di FI e amico intimo di Berlusconi!!!!!! i "nuovi" che avanzano!!!!!

eliolom

Sab, 26/07/2014 - 18:41

Non vedo nulla di strano nelle parole di Tavecchio, avendo voluto dire che, mentre altre nazioni si chiede il curriculum ai presunti calciatori, in Italia si accettano per calciatori anche chi mangiava banane, stando sull'albero. La verita' e' che i compagni non vogliono perdere la carica di presidente della FIGC, per questo l'attacco a Tavecchio, uomo da sempre nel calcio.

marcomasiero

Sab, 26/07/2014 - 18:49

ha ragione ! baste che sia straniero e viene ingaggiato mentre i nostri primavera guardano alla finestra.

Ritratto di danutaki

danutaki

Sab, 26/07/2014 - 18:49

Ma suvvia, ma per piacere...mangiare banane !! Forse foufou, manioca, gbekoui con pesce fritto, pollo o montone yassa....ma dai dove siamo !! ha ragione la Kyenge ad incavolarsi...!!!

Linucs

Sab, 26/07/2014 - 18:50

Non mi preoccupa il fatto che lo straniero mangi la banana, mi preoccupa piuttosto chi gliel'ha pagata.

syntronik

Sab, 26/07/2014 - 18:57

Ma lui si riferiva ai mangiabanane del PD, ma si é sbafliato, sono dei mangiasoldi, che é piú moderno come termine, e piú appropriaro.

ingenuo39

Sab, 26/07/2014 - 18:58

Come al solito, quando uno fa un paragone per dimostrare che nel nostro paese no si fanno rispettare le regole, perchè: "loro sono poverini e hanno bisogno", penso, come diceva quel tale " quando uno punta il dito verso la luna, molti quardano il dito" adesso, dopo avere letto e interpretato l' articolo e credo il pensiero del "povero" Tavecchio,che io non ho mai sentito nominare,sia solo un esempio da prendere come tale, tutti i nostri politici, invece, hanno guardato il dito e hanno anche criticato il dito. Penso invece che in certi "paesi" chi mangia banane sia un ricco in quanto c'è anche chi muore di fame e i nostri politicanti non devono criticare a vanvera solo per farsi ricordare dai giornali.

Miraldo

Sab, 26/07/2014 - 18:58

Grande Tavecchio ben detto.

Ritratto di rosario.francalanza

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 26/07/2014 - 19:15

Comunque con tanti giovani di talento,era così necessario questo brontosauro?

NON RASSEGNATO

Sab, 26/07/2014 - 19:25

Pare che quantomeno non mangino pasta asciutta, a giudicare dal cibo buttato nei centri di accoglienza.

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Sab, 26/07/2014 - 19:37

Nessun passo indietro. Tavecchio NON piace alla Roma e Juventus allora devce andarsene? Il pd e la sinistra mettono becco dappertutto. Pensino a questo scalcinato paese che è in MALORA ed è INVASO dall'africa intera..... BUFFONI !

aredo

Sab, 26/07/2014 - 19:48

Forza Italia schiava di Renzi.. rincoglioniti totalmente. A destra non c'è più nessuno con le palle per difendere ciò che è giusto! E poi ci si meraviglia che la sinistra domini ?

Trentinowalsche

Sab, 26/07/2014 - 19:59

Non capisco il livore contro questo signore per una tanto banale divagazione. Ormai noi italiani siamo vessati da un conformismo debilitante.

ESILIATO

Sab, 26/07/2014 - 20:01

Una volta vi era una canzone che diceva : " LA VERITA FA MALE...LO SO..." non potrebbe essere piu adatta a questo caso.Evviva la verita...

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Sab, 26/07/2014 - 20:04

Sicuramente è un uomo schietto, sincero, onesto...

lento

Sab, 26/07/2014 - 20:24

LA BANANA : un FRUTTO COSI NOBILE non puo' offendere nessuno nemmeno i coltivatori della stessa.

Paolo Fanfani

Sab, 26/07/2014 - 21:09

Quello sportivo è da molti considerato un Ordinamento Giuridico autonomo dotato di regole proprie autosufficienti con limiti abbastanza permissivi da parte dell'Ordinamento statuale; in buone parole le Istituzioni sportive vivono di regole proprie spesso diametralmente opposte a quelle dello Stato (se tiri un pugno ad un passante commetti un reato; se lo tiri sul ring fai solo il tuo lavoro; se mordi Chiellini per la strada commetti un altro reato; se lo mordi durante una partita commetti solo un fallo da espulsione). Che c'entra Tavecchio? C'entra eccome; Tavecchio è un uomo nato e vissuto in simbiosi col mondo sportivo del dilettantismo dove il volontariato impera; mondo fatto di buona gente certamente carica di passioni e di buona volontà; dove il denaro forse circola, ma in piccole dosi; dove la gente si esprime più col cuore o con il fegato, e con una carica di ruvida spontaneità piuttosto che di capacità dialettiche. E' difficile fare una colpa a Tavecchio per la frase che ha detto; non c'è né dolo né volontà di offendere. Solo quella di far capire il concetto sportivo che aveva espresso. Ricordo che quando Benigni parlò di Papa Voitila apostrofandolo con "Voitilaccio!" venne giù il mondo dei tutori dell'ordine; in Toscana, nessuna aggettivazione esprime tanta simpatia e tanto amore quanto quell'apparente dispregiativo. Giudicare Tavecchio per quell'espressione è da "ignoranti" nel senso non offensivo ma in quello di "ignorare il contesto in cui la frase è stata pronunciata": - contesto che non è certo quello del Regio Collegio del Poggio Imperiale di Firenze dove imparò le buone maniere la Regina Margherita di Savoia. Non so se sarà un buon Presidente o meno; se sarà eletto vuol dire che l'Ordinamento Sportivo, lo avrà democraticamente voluto.

elenina72

Sab, 26/07/2014 - 21:38

Cosa ha detto di sbagliato o di razzista? Banane ne mangiano, certo. Razzismo e' ben altro. Il politically correct ci puo' stare in Inghilterra o in altri Paesi CIVILI. Il buonismo stona e stride in un paese che ha perso tutti i connotati della civilta', anche a causa dei mangiatori di banane. Riesce sempre difficile a quelli di sinistra osservare la realta' oggettiva. Ritengo che sia piu' razzista il trattamento di bassa lega della sinistra agli Italiani che questa frase sulle banane.

federico61

Sab, 26/07/2014 - 22:24

Bene Tavecchio, in Italia solo immigrati qualificati, gli altri fuori! avete visto gli immigrati gettare la pasta perché non gradita? Mandateli a casa di Alfano e cecile!

Americo

Sab, 26/07/2014 - 23:05

Pare che in Italia non ci sia libertá di parola. Se qualcuno non gradisce alcune espressioni é solamente naturale, succede a tutti di non trovarsi d'accordo con altri, ma cosí é la vita. Farne un baccano infernale solo rivela una insufficenza mentale.

Totonno58

Dom, 27/07/2014 - 01:11

Speriamo che con questa volgarità si sia giocato l'elezione alla presidenza della FIGC a favore dell'immensamente più colto, fine e competente Demetrio Albertini.

biricc

Dom, 27/07/2014 - 07:38

Quando mi danno del vicentino magna gatti dovrei offendermi? In tempo di guerra i gatti se li magnavano in tutta italia e pure i topi se magnavano. Questi sinistronzi come al solito hanno la puzza sotto il naso.

camucino

Dom, 27/07/2014 - 08:40

Ma non stiamo esagerando? All'estero ci hanno sempre chiamati "Spaghetti", "Spaghettari", "Pizza e Mandolino", in Italia noi veneti chiamiamo i trevigiani "Magnaridicio" (Mangiaradicchio), i vicentini "Magnagati" (mangiagatti), eccetera eccetera. Qualcuno si è mai offeso? Basta con questa ipocrisia!

Ritratto di brunodoimo

brunodoimo

Dom, 27/07/2014 - 08:54

Troppa democrazia si ritorce su sè stessa e ormai in questo bel paese qualunque cosa uno dica viene presa come appiglio per costruirci sopra un bel caso: il tutto per distrarre le nostre stanche menti dalla risoluzione dei veri problemi.

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 27/07/2014 - 09:23

Io che vivo qui in germania ,mi sento sempre dire dai tedeschi , spaghettifresser, che significa mangiatore di spaghetti .Io ci rido sopra e rispondo kartoffelnfresser, mangiatore di patate.Che cé di male a dire ad un africano mangiatore di banane ?I nostri sinistrati di cervello ovviamente fanno di tutto per riscaldare il clima.

Gianca59

Dom, 27/07/2014 - 09:28

Questo dai dilettanti viene e tra i dilettanti deve rimanere. Un inadeguato al ruolo, capisco che uno non sia avezzo alla retorica e ai discorsi pubblici, ma una rozzezza del genere non è accettabile nel ruolo che deve ricoprire. Se questo e' il pensiero, chissà come saranno le soluzioni ....

terzino

Dom, 27/07/2014 - 09:33

La politica resti fuori dal calcio ma Tavecchio, già impresentabile prima, ora lo è di più a maggior ragione perchè la pezza che ha voluto mettere alle sue dichiarazioni è stata peggio del buco fatto.Parla di curriculum ma a 15/16 anni di cosa parliamo, quale curriculum si può avere a quella età?

colapesce

Dom, 27/07/2014 - 09:55

Tavecchio non va bene , perche non è ipocrita abbastanza , ma quello che è peggio : pensa con la sua testa , ma cambia idea un secondo dopo , perche i suoi capi non sono d'accordo .

@ollel63

Dom, 27/07/2014 - 10:10

ha ragione da vendere e gli italiani importatori di banane, e di mangiatori delle stesse, lo sanno perfettamente che, continuando di questo passo, presto non sarà possibile mettere in campo una squadra nazionale decente. Ma a loro che importa!?

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 27/07/2014 - 10:15

Lo vogliono far fuori perché non è un gobbo.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Dom, 27/07/2014 - 10:16

Allora anche quei pirla, qui presenti, che hanno sempre chiamato gli elettori di Berlusconi "Bananas" sono razzisti! Adesso lo dico alla Kyenge ed alla Boldrini, così li sgridano e li cazziano.....ecco!

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Dom, 27/07/2014 - 10:21

Morassaut, Kyenge e Melandri, invece di dire minchiate per una battuta,magari condivisibile ed interessarvi di calcio ,cercate di fare bene il vostro lavoro, che nel parlamento, in Europa e nella cultura,facciamo ridere interi allevamenti di polli!

honhil

Dom, 27/07/2014 - 10:27

“… bisogna rispettare la Costituzione e preservare… “. Le parole galoppano a briglia sciolta alla ricerca dell’onore perduto dello Stivale, a causa di una banana di troppo. Eppure, l’unico a scivolare sulla buccia di quel frutto, è stato soltanto l’autore di quell’indigna "frasaccia”, a cui va tutto il disonore per averla pronunciata. Ma perché tutto questo trambusto, allora? Per il semplice motivo che l’Italia è davvero una burla continua. Se non altro perché ha più costituzionalisti che aspiranti commissari tecnici. E se uno più uno fa due, e fa due, più della metà degli italiani va a letto con la Carta. Non per feticismo ma per cretinismo. Una vera moltitudine di gente pronta ad incrociare le armi anche con gli extraterrestri o i vicini di casa, appena questi o quelli si azzardano a fare un commento lasco su la possibile non più attualità anche di una sola riga di quel sacro testo. Guai! E’ la costituzione più bella del mondo e chi non la condivide peste lo colga! Eppure, eppure, alla Camera, al Senato, alla Regione Sicilia, come, in verità, in non poche altre nicchie privilegiate sparse per lo Stivale, contrariamente a quanto sancisce la Costituzione, l’uguaglianza tra i cittadini viene buttata alle ortiche. Sancendo quegli emolumenti da nababbi, e i relativi trattamenti pensionistici, una enorme disuguaglianza tra quei lavoratori e il resto degli italiani. E di fatto instaurando quella rete (anticostituzionale) di figli e figliastri che la Costituzione vieta. Tuttavia è un concetto difficile da far capire ai costituzionalisti d’accatto e a quelli di concetto! Per non parlare dei diretti interessati. Ma, c’è sempre un ma appeso da qualche parte, la Stampa guarda e tratta questa enorme incongruenza da molto lontano e con occhio da spettatore complice. Ed il calcio, invece, preso com’è a contare le sue banane, non ha tempo per niente.

Ritratto di danutaki

danutaki

Dom, 27/07/2014 - 10:32

Ma dai, suvvia ma come si esprime questo qua...mangiare banane !!! Magari foufou con carne di talpone, gbekoui con pesce fritto, pollo o montone yassa....ma le banane (fritte non sono male) !!! ha ragione la Kyenge ad essere furiosa per questa mancanza di apprezzamento della cucina africana !!! E fanno bene i clandestini a buttare la pastasciutta nella spazzatura....che mancanza di rispetto offrire cibo diverso dalle loro antiche usanze culinarie !!!

Ritratto di Loudness

Loudness

Dom, 27/07/2014 - 10:49

Il politically correct è il più grande insulto all'intelligenza umana che sia mai stato creato. E non è un caso che abbia preso così piede ai giorni nostri dove ignavia, ipocrisia, dabbenaggine, cialtroneria e scorrettezza intellettuale, pavidità degli esseri umani dei giorni nostri non potevano che fare da humus per questa "corrente ideologica". Ormai la maggiorparte delle persone vive quotidianamente il "paradosso di Abilene" e non si preoccupa nemmeno più che aderendo in maniera acritica, come se il politically correct fosse un mantra da rispettare, la Bibbia dell'uomo del 2000 da seguire pedissequamente, sta mettendo a repentaglio pace, democrazia ed anni di sviluppo intellettivo.

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Dom, 27/07/2014 - 11:13

corvo rosso, QUOTO IN TOTO quello che hai scritto. In questo scalcinato paese NON si può dire più nulla che non sia gradito ai komunisti. Non si può esprimere un'opinione che se, non collima con animalisti, buonisti, piastrellisti....... etc. etc. SUCCEDE IL FINIMONDO. Guai a parlare del colore della pelle, non si dice negro ma nero, oppure meglio ancora, di colore. Di colore? Quale colore? Anch'io, bianco, voglio essere definito di colore, diversamente MI SENTIRO' DISCRIMINATO. Ma per piacere, non c'è altro, più importante a cui pensare? Ma possibile che il pd debba mettere becco in tutto? Pensino a fare funzionare l'italia se ne sono capaci (dubito) e lascino il calcio a chi di competenza. Appena parli di banane spunta la kienge......... BASTA SIGNORA, le hanno regalato uno scranno, ben pagato a bruxelles, CI RESTI e non metta becco anche nello sport. Grazie signora.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 27/07/2014 - 11:21

Ma questi ns. politici, africana compresa, la devono smettere di dire scemenze, non hanno null'altro da fare che pensare sempre e solo alle banane?

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Dom, 27/07/2014 - 11:21

Tavecchio NON è gradito alla roma e alla juventus. Prerirebbero albertini, che con tutto il rispetto, non vedo quale competenza abbia essendo stato SOLO un giocatore del milan. Tavecchio AVANTI TUTTA, e magari vada a spulciare nelle stagioni di moggi ..... e tolga almeno 6/7 scudi ai gobbi !

Ritratto di illuso

illuso

Dom, 27/07/2014 - 11:32

Sono veneto e me ne vanto, mai dato del razzista a nesssuno che mi abbia apostrofato "polentone".

Ritratto di Markos

Markos

Dom, 27/07/2014 - 12:05

La immigrazione clandestina, attirata in Italia, dalle agevolazioni previste per gli emigrati che garantiscono a questi un trattamento sia economico che di accoglienza , molto superiore al tenore di vita di queste persone nel loro paese, dove il reddito pro capite e di due dollari al giorno. Poi che gli frega al governo dei sinistri , se muoiono migliaia di persone nelle attraversate, loro con l'operazione mare mostrum , hanno salvato centinaia di migliaia di persone, quindi il 10 o il 20 % sono morti accettabili , Bontà loro., col pelo nello stomaco che si ritrovano , non gli uccide neanche l'acido muriatico Immaginatevi se questa politica fosse adottata in tutta l'europa , dove venisse garantito un reddito , che uno lavori o meno, 10 volte superiore al reddito Italiano.. ci sarebbe un esodo continuo e duraturo, chi non sogna di essere campato gratis...

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 27/07/2014 - 12:05

Uno che sul razzismo (meglio, antropologia culturale) la sapeva lunga diceva che non è razzista quello che dice che la sua razza è migliore di un'altra; è razzista quello che briga per fare leggi contro altre razze, gruppi, partiti, caratteristiche fisiche, etnie particolari. E lo abbiamo visto nel nazismo, comunismo e segregazioni americane e sudafricane. La rupe tarpea è un mito non per caso. Alla luce del suesposto limpido concetto oggi nel nostro paese si deve rilevare che si è brigato sì per fare delle leggi razziali ma, pateticamente, a favore di alcune razze: evidentemente bisognose di protezione. E perché? Non trovo altra risposta che supporre che tali razze le si riteneva inferiori e quindi... Ecco allora che il concetto all'incipit viene rovesciato e diventano razzisti i buoni e non i cattivi. A me pare che sia successo questo. Esempio per i più cretini: se in un campo di calcio non una banana fosse volata ma un moncherino per dileggiare un monco, un paio di occhiali per dileggiare un miope, una gamba di legno per dileggiare uno zoppo o un libro per dileggiare un idiota niente sarebbe accaduto. Tutto lecito. Nel bel paese non si può dileggiare un nero ma sì gli zoppi, i monchi, i miopi e gli idioti. Strano paese.

Massimo

Dom, 27/07/2014 - 12:41

Tavecchio si è espresso in modo ruspante, ma ha ragione nel merito (sul curriculum dei giocatori stranieri che vengono in Italia) e non ha fatto alcuna battuta razzista. Le reazioni dei comunisti e degli immigrazionisti (oltre a quelle ovvie di certi immigrati ampiamente beneficiati unicamente per il colore della loro pelle) dimostra quanto Tavecchio abbia avuto ragione, anche oltre le sue reali intenzioni quando ha pronunciato quella frase.

apostata

Lun, 28/07/2014 - 08:16

Un proverbio siciliano: “u cunnutu n casa sua, u fissa unna va va”. Traduzione: “il cornuto è riconosciuto come cornuto solo da una cerchia ristretta, del fesso tutti si accorgono a prima vista ovunque vada, appena apre bocca”.

Ritratto di bobirons

bobirons

Lun, 28/07/2014 - 16:57

@ Marforio - Mi permetta: fresser più che mangiatore (umano) significa divoratore (bestia). Questo ad uso dei nostri amici che non conoscono la Goethe Sprache. Ma il vero punto è su i sinistrati: questi, privi di qualsiasi valida argomentazione, tanto più se costruttiva, non sanno altro che attaccarsi a motivi disgreganti, nell'intento, unico, non di esprimere un concetto ma solo di opporsi e danneggiare il nemico. Sono sfascisti !