Tennis, la Sharapova esulta: il Tas riduce la squalifica da 24 a 15 mesi

Il Tas ha ridotto la squalifica di Maria Sharapova che potrà tornare così in campo il 26 aprile del 2017, a pochi giorni di distanza dal suo 30esimo compleanno

Maria Sharapova può gioire: il Tas ha ridotto la squalifica per doping della bella russa da 24 a 15 mesi e potrà dunque tornare a giocare nell'aprile 2017, lo riferisce il presidente della Federazione di tennis russa, Shamil Tarpishev. La 29enne era stata sospesa e squalificata per aver assunto un medicinale, Meldonum, su cui la Wada aveva messo il divieto dal 1 gennaio del 2016. La Sharapova potrà tornare a disputare dei tornei a partire dal 26 aprile del prossimo anno, qualche giorno dopo aver compiuto 30 anni. La russa, al momento, occupa il 95esimo posto della classifica WTA e tempo che tornerà a giocare scivolerà, per forza di cose, ancora più giù in classifica.

La Sharapova in carriera ha vinto due volte il Roland Garros, una volta Wimbledon, una volta gli Us Open e una volta gli Australian Open. Questa notizia è stata accolta, naturalmente, con grande gioia da parte della tennista russa. Ecco le sue parole dalla sua pagina ufficiale di Facebook: "Sto per tornare, non vedo l'ora. Il tennis è la mia passione e mi manca, sto contando i giorni che mancano per il mio ritorno. In questi mesi ho imparato cosa significhi realmente avere dei fan: sono fortunata ad avere il vostro supporto! A marzo dell'anno scorso ho vissuto uno dei giorni più duri della mia carriera perché mi hanno totlo qualcosa che amo. Il tennis è la mia passione e è mancato. Mi sono presa da subito la responsabilità per non essere a conoscenza del cambio di regole che ha proibito l'utilizzo di questo medicinale, di cui facevo uso da dieci anni ma bisogna prendere d'esempio altre federazioni, che notificano con più chiarezza questi cambiamenti".