Test gomme dopo il caos Alonso rinuncia

Alla fine Fernando Alonso resta a casa. Non parteciperà allo Young Driver test allargato ai piloti titolari dopo il caos gomme al Gp d'Inghilterra. Una tre giorni, da oggi a Silverstone, sulla carta importante in un mondiale deciso finora dalle gomme, perché darà la possibilità di provare le Pirelli che dovrebbero essere utilizzate a partire dal Gp d'Ungheria. Un'assenza che la Ferrari indirettamente spiega così: «Il programma del test – si legge sul sito - prevede un lavoro definito esclusivamente dalla Pirelli e approvato dalla Fia con un numero limitato di set di gomme da utilizzare”. Alonso, invece, chiedeva di poter lavorare nel box anche sulle parti nuove della macchina. A questo proposito già al Gp di Germania aveva detto: «Non faccio il collaudatore Pirelli». E la Ferrari farà girare Massa solamente venerdì mattina (negli altri turni toccherà al collaudatore Rigon).
La pensa diversamente la Red Bull che schiererà Vettel, Webber e addirittura Ricciardo. Anche la McLaren non schiera piloti titolari, ma la sorpresa è Alonso: dopo i test invernali salta anche questa sessione che sembrava, con la Ferrari in difficoltà, un'occasione per progettare la rimonta.

Commenti

onurb

Mer, 17/07/2013 - 16:34

Questo Alonso mi pare che faccia il signorino: lui non fa il collaudatore della Pirelli, perbacco. Prenda esempio da Vettel che in pista gliele suona sempre di santa ragione.