Per il Times, Antonio Conte diventa il simbolo delle partite truccate

Nell'edizione on line di ieri, il quotidiano londinese dava notizia delle indagini di Europol su 380 partite di campionato, Champion e qualificazioni ai Mondiali. La pagina era corredata dalla foto dell'allenatore juventino con tanto di didascalia in cui si ricordava la sua squalifica di sei mesi dopo l'ultima inchiesta sul calcio scommesse

L'allenatore della Juventus, Antonio Conte

Gli juventini se ne facciano una ragione: per il Times, anzi per l'«autorevole» Times, il simbolo delle partite truccate in Europa è nientemeno che Antonio Conte. Sul sito del quotidiano londinese infatti ieri campeggiava la notizia dei 380 incontri di calcio «aggiustati» e per accompagnare il servizio gli impaginatori non hanno trovato di meglio che inserire la foto dell'allenatore bianconero, assurto così «manipolatore» di gare per antonomasia.

Ieri infatti Europol ha fatto sapere che 425 tra arbitri, giocatori e manager di club, di 15 diversi paesi, avrebbero truccato 380 partite in Europa, con 2 milioni di euro di proventi da corruzione. Una vera e propria associazione a delinquere con base in Asia in grado di manipolare gare di campionato turco, tedesco e svizzero ma anche di Champions League e di qualificazione ai mondiali. «È la più grande indagine sulle partite truccate mai fatta», ha detto il direttore di Europol Rob Wainwright in una conferenza stampa a l'Aja. E nel mirino degli investigatori potrebbero presto finire anche incontri giocati in Africa, Asia, America centrale e Sud America.

Nel dare la notizia il Times sottolinea come l'Inghilterra sia in particolare coinvolta con una partita di Champions League giocata negli ultimi quattro anni nella terra d'Albione, anche se non precisa quale in quanto la stessa Europol per il momento non l'ha rivelato. Il servizio è accompagnato dalla foto di Antonio Conte immortalato con un'espressione corrucciata in volto e una didascalia che ricorda la sua squalifica di sei mesi: «Antonio Conte, ora allenatore della Juventus, fu sospeso per il ruolo assunto nello scandalo delle partite truccate quando dirigeva il Siena». Come dire la personalizzazione della corruzione. E gli juventini non se ne abbiano, il Times per definizione è «autorevole» e tali di conseguenza i suoi giornalisti. Pertanto se lo dicono loro...

Commenti
Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mar, 05/02/2013 - 13:21

Perchè non mettono la foto di Robben? Che giro di soldi ci sarà stato dietro la finale persa dal Bayern in casa contro un modestissimo Chelsea?

Vultur

Mar, 05/02/2013 - 16:50

Quando gli inglesi non sanno a chi santo votarsi per tirarsi fuori dalle loro porcherie, scaricano tutto il male,(condito di molta recondita invidia), sull'Italia. E lo stesso si può dire per le altre "grandi sorelle d'Europa" Francia e Germania. Prendere di mira la nostra Nazione d'altronde è facile visto che non sappiamo ringhiare nemmeno quando i torti c'è li rifilano i paesi del terzo mondo, (si veda il caso marò con l'India), ed anche il sig. Silvestri, mi ha meravigliato per la sua morbidezza nel commentare la solita valanga di merda sulla squadra più titolata d'Italia. Abbiamo già la Repubblica ed il Corriere della sera che si prostituiscono allo straniero, spero non lo faccia anche Il Giornale, mi meraviglierebbe. Si sa che la Juventus è odiata da mezza Italia ma almeno nei confronti della tracotante ed insopportabile stampa britannica, si dovrebbe agire con più fermezza, rispondendo magari con editoriali dove si spiega che le vere partite truccate si svolgono soprattutto in Inghilterra, patria della finanza mondiale e dunque anche del marcio proveniente da tutto il globo. Infatti, tornando al cuore della vicenda, dobbiamo almeno far sapere che è il Liverpool ad essere stato citato dall'interpool per un risultato sospetto. L'autorevole Times avrebbe dovuto mettere una foto a tutta pagina dei reds! Lasciando perdere Antonio Conte che ha già ampiamente pagato per balordate compiute da altri. Che dire? Purtroppo questa mancanza di rispetto nei confronti della nostra nazione c'è la siamo cercata noi, siamo sempre straordinari a sputtanarci di fronte al mondo intero. A cominciare da una magistratura che agisce solo dove può ottenere pesanti ritorni mediatici. Li vedi "gli inquirenti", scendere dalle auto delle forze dell'ordine, pronti a cercare, loro! I microfoni, a mostrarsi contriti dinanzi alle telecamere, denunciando con tono apocalittico le nefandezze di tutto il sistema, e poi lasciano le toghe e scappano a candidarsi. Vi ricordate la pagliacciata a Coverciano prima degli europei? Dovevano per forza aspettare l'inizio del ritiro della Nazionale per irrompere a sirene spiegate entro i cancelli del centro federale? Non mi meravigliano dunque che i "puritani inglesi" quei grandissimi figli di...Cromwell continuino a propinarci lezioni di morale

segalag

Mar, 05/02/2013 - 19:15

Fatico a capire il finale dell'articolo !!!!!???Cosa intende l' egregio autore ???

COSIMODEBARI

Mar, 05/02/2013 - 23:14

Di che vi meravigliate? E' assoluta ed inconfutabile verità, non di cronaca, bensì di giustizia, al momento solo sportiva. I fatti sono noti, il patteggiamento richiesto pure. La pena già scntata. E' stato l'unico allenatore di questa edizione della champions, a cui l'Uefa, ha imposto il divieto di essere in panchina, rifacendosi alla pena subita in Italia, nazione che fa parte della Uefa come pure della Fifa. Insomma per sei mesi nessuno lo veenrato, per il calcio scommesse, un santo. Oltretutto i fatti riguardano la militanza, da tesserato figc, in due società, Bari e Siena. Poi forse non tuttoè finito con i sei mesi di squalifica, òe cronache giudiziarie scrivono che in questi ultimi giorni c'è stato ancora un interrogatorio di un super indagato. Insomma chi si copre di vergogna, deve sottostare alla gogna, anche internazionale.

Enzo15

Mer, 06/02/2013 - 11:20

@COSIMODEBARI "non poteva non sapere", applicato tra l'altro a lui ed a tutti gli altri no, ti dice niente? Ed il patteggiamento non era una ammissione di colpa, ma una strategia difensiva andata a male, lo sanno tutti. Per il resto hai una grande fantasia ad inventarti certe cose, anche futuribili, è x quelli come te e l'autore dell'articolo che poi ci prendono x il c**o (come italiani) in Inghilterra o altrove nel mondo..

Angelo48

Mer, 06/02/2013 - 11:57

COSIMODEBARI: tu (non meriti il lei)sai c

Angelo48

Mer, 06/02/2013 - 12:02

COSIMODEBARI: tu (non meriti il lei) sai che stai scrivendo a dei lettori juventini; noi non sappiamo chi tu sia e per quale squadra tifi. Se ritieni di essere credibile (specie sulle future previsioni)facci sapere per quale squadra tieni. Dopo che lo avrò saputo, ti farò conoscere alcuni fatterelli che risalgono all'epoca di calciopoli ed anche prima. Scommettiamo che non mi risponderai o che scriverai di essere un semplice sportivo oppure di esser tifoso di una squadra di medio-bassa classifica?

bingo_bongo

Mer, 06/02/2013 - 12:17

Ha ragione il Times è molto autorevole.......quello che scrivono è pura verità.........anche quello che scrivono su Berlusconi deve essere vero...se lo dicono loro.....sono autorevoli...... I berlusconiani non se ne abbiano.

jeffreyleepierce

Mer, 06/02/2013 - 14:47

Il Times: "Il ritorno di Silvio Berlusconi al potere sarebbe un disastro per l'Italia e per l'Europa intera". E i berlusconiani non se ne abbiano, il Times per definizione è «autorevole» e tali di conseguenza i suoi giornalisti. Pertanto se lo dicono loro...

MaPerFavore

Mer, 06/02/2013 - 14:50

Gent.ssimo Dott. Silvestri, oggi alla CNN ho visto il servizio in cui il suo presidente P. Berlusconi parla del nuovo acquisto del Milan come del "negretto" di famiglia senza poi vergognarsene o chiedere scusa. La CNN non è una fonte abbastanza autorevole da meritare una sua riflessione in merito?

COSIMODEBARI

Mer, 06/02/2013 - 17:24

Enzo15 - Angelo48, premesso che senza il suo (Angelo48) lei, a cui non aspiravo, non solo ho mangiato benissimo, ma ho digerito altrettanto benissimo, sono venuto a scrivere dove mi consentono di scrivere in modo educato e rispettoso, mai minaccioso. Atutt'oggi, non ho visto ancora un patteggiamento, inteso come strategia assolutiva, che abbia portato ad una assoluzione. Addirittura lo chiede persino chi già sa che gli daranno l'ergastolo. Si hanno quasi sempre sconti di pena, proprio come richiesto ed ottenuto, mesi fa da Conte. E per andare indietro di pochissimi anni, un patteggiamento fu chiesto, a suo tempo, dalla Juve, invece che essere mandata in serie C, ricominciare dalla B. Richiesta accettata. Poi c'è da dire pure, sempre in tema di strategia difensiva, che la favola di Fedro parla della volpe che, non potendo arrivare a prendere l'uva, si rammaricava che fosse acerba. Poi per finire, è interessante la tesi sulle risposte giuste rapportate al tifo altrui. Beh sono tifoso della squadra che vince sempre trofei, ogni stagione, ovvero 4 volte all'anno, in primavera, estate, autunno ed inverno.

Angelo48

Mer, 06/02/2013 - 17:56

COSIMODEBARI:...come volevasi dimostrare: non mi ha risposto! Timore di quel che le avrei potuto scrivere sul conto della sua squadra del cuore? Vede, quando si vogliono avere rapporti civili in un forum, non si agisce come un perfetto...paraculo! Si accetta il confronto. Ecco perche' non le ho dato del lei; cosa che invece ho fatto ora perche' mi ritengo molto più civile ed onesto intellettualmente di lei!

COSIMODEBARI

Mer, 06/02/2013 - 23:04

Premesso che ho pure cenato, tu credi che io abbia timore della stupidità vestita da tifoso, da persona civile, onesta e intelletullamente alta?...Devi imparare che devono essere altri a dirti che sei tutto quello che tu ritieni di avere di più di altri, in questo caso di me. Ed io, in questo contesto di parole scritte, ribadisco che si parla di giustizia sportiva, dei suoi provvedimenti, per lo più su fatti certificati da scritti, telefonate e parole (così dicono i giornali), senza rapportartarsi alla tifoseria altrui. Alla prossima rasatura della barba, vedrai che lo specchio ti dirà che sei tu ad avere timore di confrontarti con gli altri, a prescindere dalla squadra che l'altro tifa. Inoltre ti dirà che non tutti sono tifosi di una squadra di calcio. E ti dirà pure che la vità è tutt'altra cosa e non vive sul tifo o di tifo. Per concludere definitivamente, ti ricordo di un programma tv, "caramba che sorpresa", e questo in riferiemnto al termine "paraculo".

Angelo48

Gio, 07/02/2013 - 11:06

COSIMODEBARI: alcune ultime precisazioni ti debbo. L'onestà intellettuale, figlia di un considerevole senso civico,consiste nel saper confrontarsi con le altrui idee ed ammettere - se e' il caso - che il prossimo potrebbe anche aver più ragioni di quelle che noi possiamo ritenere di detenere. Come si determinano le ragioni ed i torti? Da un sereno confronto civile in cui le parti, mettono sul tavolo - senza timore alcuno - ogni argomento utile alla discussione. Non e' onesto intellettualmente chi rifugge da questa civile regola e tu - spiace rilevarlo - rifuggi da questo confronto. E' solo per questo aspetto che ti ho paragonato, come atteggiamento, al "paraculo" che - in buona sostanza - e' quello che per non farsi scoprire, evita con sotterfugi vari di rispondere alle domande. Caramba che sorpresa per te la mia affermazione? Ti sbagli, io affronto TUTTI gli argomenti su questo forum dichiarando chiaramente qual'e' il mio pensiero. Infine: tu scrivi che certe considerazioni sportive le apprendi leggendo i giornali; beh pare strano che - in merito agli stessi temi - tu non abbia letto la sentenza emanata da un tribunale dello Stato che e' andata, dopo un REGOLARE PROCESSO, in direzione diametralmente opposta a quella specie di processo sportivo impiantato da giudici FAZIOSI appartenenti ad altre società calcistiche. Confrontiamoci su questi temi che, come vedi, non sono figli di uno stupido tifo!

COSIMODEBARI

Gio, 07/02/2013 - 12:50

palloso oltre ogni decenza...

Angelo48

Gio, 07/02/2013 - 16:55

Chissà perche' i "paraculi" hanno una soglia di sopportazione così bassa ed infima!

stefanorota

Dom, 13/04/2014 - 20:10

Ma noooo, hanno messo la foto di conte...chissà perchè proprio lui ! A Bergamo partite truccate ( Doni vi dice niente? ) e lui era allenatore, a Bari pure, a Siena idem; 3 indizi fanno una prova. Poi aggiungiamo il patteggiamento ( strategia difensiva andata male ? quindi pure coglione ) ed il gioco è fatto. Ultimi 3 campionati con la rube, tutti e 3 palesemente rubati e siamo a cavallo. va bene tifare per la rube, ma conte è davvero indifendibile, ma voi rubentini siete contenti cosi; dopotutto parlare di onestà con un rubentino, è come parlare di figa con un frocio. ciao ciao :-)