Il fallo choc su Gomes: la disperazione di Son fa il giro del web

L'attaccante del Tottenham Son si è reso protagonista di un brutto fallo su Gomes che ha riportato la rottura della caviglia. Il sudcoreano è stato espulso ed è scoppiato in lacrime dal dispiacere per aver fatto male all'avversario

Nell'ultimo turno di campionato inglese, il Tottenham di Mauricio Pochettino è stato fermato sull'1-1 dall'Everton e a tempo ormai scaduto. Gli Spurs non sembrano essere brillanti come nelle passate stagioni, soprattutto l'ultima quando ottennero la finale di Champions League poi persa contro il Liverpool di Jurgen Klopp. Il Tottenham si trova ora a metà classifica e sarà difficile recuperare dato che le altre davanti vanno avanti a ritmi incessanti e in Premier League le squadre competitive sono davvero tante come Liverpool, City, Chelsea, Arsenal, United, Leicester e via discorrendo.

Il Tottenham era passato in vantaggio in casa dei Toffees grazie al gol di Dele Alli ma è stato raggiunto al minuto 97 dalla rete di Tosun che ha fatto espoldere il Goodison Park. Il recupero concesso dal direttore di gara è stato corposo dato che al minuto 79' si è consumata una tragedia sportiva che ha visto come protagonisti il portoghese dell'Everton, l'ex Barcellona André Gomes e il sudcoreano degli Spurs Son che con un brutto intervento di gioco ha rotto la caviglia dell'avversario.

Il direttore di gara ha espulso Son, che era già ammonito, con il giocatore che non si è minimamente curato del provvedimento disciplinare a suo carico. Il 27enne di Chuncheon, infatti, è scoppiato in lacrime nel vedere Gomes a terra urlante e dolorante, si è messo le mani nei capelli come a dire: "Non volevo di certo fargli male".

Il giocatore dell'Everton cadendo a terra è andato anche a sbattere contro il roccioso difensore del Tottenhan Aurier ed è stato costretto ad uscire dal terreno di gioco in barella. Le immagini dell'infortunio occorso a Gomes sono davvero forti dato che il suo piede destro è completamente ruotato. L'arbitro Atkinson ha espulso Son che non avrebbe comunque potuto continuare a giocare perché psicologicamente scosso nonostante anche gli avversari avessero capito le sue buone intenzioni.

A prendere le parti del compagno di squadra al termine del match ci ha pensato il giovane Dele Alli che ha incensato Son: "Heung-min sta ancora piangendo a dirotto per quanto è successo prima. Lui è sicuramente una delle persone migliori che io abbia mai conosciuto e sono certo che non avrebbe mai voluto accadesse tutto questo".

Commenti

lorenzovan

Mar, 05/11/2019 - 13:48

un giocatore standard italiano probabilmente avrebbe insultato l'arbitro per l'espulsione...

baronemanfredri...

Mer, 06/11/2019 - 18:08

SI VEDE CHE E' COREANO O DI RAZZA ORIENTALE, SE ERA DI RAZZA ITALIANA SI SAREBBE INCAVOLATO PER L'ESPULSIONE E SENZA VOLTARSI ALZAVA IL BRACCIO E DICENDO MA VAI A FARTI FOT................ E POI UNA BELLA PERNACCHIA.