Vardy rinnova con il Leicester. Giocherà altri 4 anni con le Foxes

Il Leicester ha chiuso il caso Vardy annunciando il rinnovo del controtto all'attaccante inglese. "Nessun commento fino alle fine dell'Europeo"

Era stata scritta troppo presto la parola "fine" sulla favola del Leicester e di Jamie Vardy. I campioni d'Inghilterra hanno annunciato che l'uomo simbolo della trionfale cavalcata della scorsa stagione rimarrà ancora quattro anni tra le Foxes. Niente Arsenal dunque per l'attaccante inglese, che alla fine ha dato ascolto alle ragioni del cuore, ma senza ignorare quelle del protafoglio. L'accordo arriva a soli quattro mesi di distanza dal precedente rinnovo, con cui il centravanti aveva raddioppiato lo stipendio.

"Il Leicester City oggi (giovedì) ha raggiunto l'accordo con gli agenti di Jamie Vardy per allungare il contratto con il giocatore per altri quattro anni". Si legge sul comunicato ufficiale del club. "Entrambe le parti sperano che questo annuncio ponga fine alle speculazioni sul futuro di Vardy e confermano il suo impegno a lungo termine nel Leicester City Football Club. Jamie continuerà a concentrarsi sul suo impegno all'Europeo con l'Inghilterra. Non ci saranno altri commenti nè dal Club, nè dal giocatore su questo argomento fino alla fine del torneo continentale".

Le speculazioni a cui fa cenno il comunicato sono le voci circolate nei giorni precedenti all'inizio di Euro 2016 che davano l'attaccante a un passo dall'Arsenal. La società londinese, secondo radiomercato, era pronta a versare la clausola di rescissione del 29enne giocatore delle Foxies. La clausola era fissata a 30 milioni di sterline, circa 38 milioni di euro. I gunners avevano promesso all'attaccante uno stipendio da 130 mila sterline a settimana, 7 milioni e mezzo all'anno.

Vardy - Leicester, due accordi in quattro mesi

È facile immaginare che le Foxes abbiano pareggiato l'offerta dell'Arsenal. Già a febbraio Vardy aveva rinnovato il contratto con il Leicester, raddoppiando lo stipendio. Da 40 mila sterline a settimana l'attaccante era passato a 80 mila. Il rinnovo precedente intoltre allungava il contratto di tre anni e mezzo. Il nuovo accordo, che arriva a soli quattro mesi di distanza dal precedente, scadrà nel 2020.