Volley, Mondiali femminili: l'Italia batte gli Stati Uniti 3-1, ora le Final Six

Nona vittoria consecutiva dell'Italvolley, che supera 3-1 gli Stati Uniti, le azzurre si assicurano il primo posto nel girone e dal 14 ottobre saranno impegnate nelle Final Six

L'Italvolley non si ferma più, altra vittoria contro gli Stati Uniti e primo posto conservato a punteggio pieno.

Prosegue senza interruzioni il momento d'oro delle ragazze del ct Mazzanti, protagoniste di un'altra splendida vittoria contro gli Stati Uniti, campione del mondo in carica. Una vittoria arrivata in scioltezza 3-1 che lancia le azzurre alle Final Six che possono continuare ad inseguire il sogno iridato.

Bastavano soltanto due set alle azzurre per conservare il primo posto. Situazione molto più complicata per gli Stati uniti, guidati dall'icona del volley a stelle e strisce Karch Kiraly, le americane sono costrette a vincere o sperare nel successo della Cina contro la Russia per non dire addio al Mondiale.

Primo set con l'Italia che parte subito con il piede giusto, trascinata da una devastante Paola Egonu, otto attacchi vincenti solo nel primo parziale, che termina 25-16. Secondo set di grande equilibrio, le statunitensi non sfruttano un vantaggio di 21-18, colpo di coda vincente delle azzurre, che si aggiudicano anche il secondo set 25-23, risultato che significa primo posto nel girone. Decisa reazione delle americane nel terzo set, pronte a giocarsi le ultime chance di qualificazione diretta. Le azzurre allentano un pò la tensione e cedono il set 25-20. Quarto set in cui si ristabliscono gli equilibri iniziali, le azzurre ritrovano il loro gioco e prendono in mano le redini del match con grande autorità, con il 25-16 finale.

Nuova gemma dell'Italvolley, che chiude le prime due fasi con nove vittorie consecutive e soltanto tre set ceduti in tutta la competizione, numeri da record. Top scorer una straripante Paola Egonu con 25 attacchi vincenti, segue Miriam Silla con 16 punti. Si attende ora il sorteggio delle Final Six, che partiranno dal 14 ottobre a Nagoya, le sei migliori nazionali saranno suddivise in due gironi da tre squadre, le prime due di ogni gruppo accederanno poi alla Final Four di Yokohama. Si può continuare a sognare.

Commenti

Geegrobot

Gio, 11/10/2018 - 14:34

Brave ragazze avanti così

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 11/10/2018 - 15:02

Qualunque sia il pretesto, l'importante è che in prima pagina ci sia sempre il nero, o la nera. Coraggio, continuate così ed il panettone a Natale Soros ve lo manda di sicuro. Forse anche lo champagnino.