Star Wars dal grande schermo alla Ps2

Claudio Acerbi

Una delle pellicole cinematografiche più attese dell’anno è sicuramente Star Wars III: Revenge of The Sith, giunta recentemente nelle sale per completare una delle saghe più osannate degli ultimi vent’anni. Non poteva mancare ovviamente la trasposizione videoludica del film di George Lucas ossia Star Wars III: Revenge of The Sith (Activision per PS2).
La trama. Sono trascorsi tre anni dalla battaglia svoltasi sul pianeta Geonosis e la Repubblica si sta lentamente sgretolando sotto i colpi del malvagio conte Dooku. Obi-Wan Kenobi e Anakin Skywalker si trovano ad affrontare un nuovo avversario, il malvagio droide Grievous, una macchina programmata per combattere i cavalieri jedi.
Ma la minaccia maggiore si annida altrove. Anakin si sta lentamente lasciando sopraffarre dalle lusinghe del lato oscuro della Forza e né i saggi consigli di Obi-Wan, né l’amore della principessa Padme Amidala (in attesa di partorire Luke e Leila) riusciranno ad allontanarlo dalla spirale nella quale sta sprofondando.
Pregi e difetti. Il titolo ricalca abbastanza fedelmente la trama della pellicola, regalando colpi di scena continui in puro stile Lucas. Grafica discretamente affinata, sia per la cura dei personaggi, sia per le ambientazioni che abbiamo imparato ad apprezzare. Notevole anche il sonoro che riprende direttamente alcuni dei brani storici della serie (come l’Imperial March). Il parlato è in inglese, ma fortunatamente i sottotitoli in italiano permettono di seguire agevolmente i dialoghi.Longevità assicurata da sedici livelli di gioco e dalla possibiltà di sbloccare nuove missioni completabili con personaggi diversi ed extra, come spezzoni tagliati della pellicola e immagini.
I trucchi. Inserendo alcune password nello schermo delle opzioni potrete sbloccare elementi aggiuntivi come livelli e poteri segreti. Con «Jaina», ad esempio, otterrete tutti i poteri della Forza e le mosse disponibili. Con «Zabrak» sbloccherete tutti i duellanti dell’arena e con «Narshaddaa» tutte le missioni aggiuntive.