Da stasera a Taormina stelle e star

Paolo Scotti

da Roma

Migliaia di candeline, decine di film. Stanno per accendersi, le tradizionali fiammelle tenute in mano dagli spettatori del Taormina FilmFest, assieme alle pellicole che la rassegna siciliana (in scena da stasera fino al 18 giugno) proietterà sul megaschermo del Teatro Antico.
Non poche le novità. Intanto il ritorno della competizione, per alcuni anni assente dalla rassegna, che proporrà alla giuria guidata dal regista Hugh Hudson dodici titoli, fra cui il danese Nordkraft, l’irlandese Hill 16 e l’italiano Gli occhi dell’altro. Quindi un nuovo premio - l’Italian FilmFest - attribuito domani a dodici protagonisti dei nostri set in una serata teletrasmessa dalla Rai. Altro ritorno, quello delle «lezioni di cinema»: incontri informali ma intriganti con grandi nomi dello schermo (da Virna Lisi a Malcolm McDowell, da Bob Rafelson a Laura Morante) chiamati all’insolito ruolo di «docenti per un giorno», in una sorta d’incontro ravvicinato con il grande pubblico. A ciascuno di questi personaggi, inoltre, il festival dedicherà una «retrospettiva» di quattro titoli a testa. Altra possibiltà d’incontri divistici sarà offerta dal Taormina Arte Award, premio di cui verranno insigniti, fra gli altri, Charlotte Rampling, Irene Papas, Andie McDowell.
Come da tradizione, il momento di maggior richiamo rimarrà ancora quello delle proiezioni al Teatro Antico: fra i titoli più attesi (tutti in anteprima europea o mondiale) Ti piace Hitchcock?, l’omaggio televisivo che Dario Argento ha dedicato al «mago del brivido»; Batman Begins, nuovo episodio della saga dell’Uomo Pipistrello, stavolta diretto dall’inglese Christopher Nolan e Le couperet, firmato dal greco-francese Costa Gavras.