Le stelle dell’Nba sfidano la Lottomatica

Marcello Castaldi

Il 6 ottobre 2006 giungeranno al Palalottomatica i Phoenix Suns. Gente come Amare Stoudamire, Shawn Marion e Steve Nash giungerà a Roma per incantare gli amanti della palla arancione. Sarà una settimana densa di avvenimenti, come spiega il presidente del comitato organizzatore Nba a Roma, Livio Vanghetti, da sempre profondo appassionato di pallacanestro: «Sarà una grande festa del basket. Lo stile sarà quello tipico dell’Nba, ma abbiamo invitato tante star italiane dello spettacolo e dello sport. Ci saranno inoltre numerosi eventi collaterali, su tutti la Champion Jam Session che permetterà ai giovani appassionati di giocare a piacimento. È stato fatto un lavoro incredibile, e non so quante persone dovrei ringraziare a partire da Giovanni Malagò. Quello che andrà a realizzarsi è un sogno partito da una proposta del sindaco Veltroni. Roma è oramai un centro di eccellenza sportiva e l’arrivo dei Phoenix Suns sarà una incredibile occasione per tutto il movimento del basket a Roma».
Primo consiglio: la corsa ai biglietti è già iniziata. Un primo stock di biglietti è stato messo in vendita via internet al sito www.listicket.it o anche chiamando al numero LIS 199109783. Non si dovrà perdere tempo perché la febbre è destinata a salire. Come quella infinita del sindaco Veltroni che oramai è diventato una figura imprescindibile per il basket non solo romano: «Vedere un ragazzo romano come Bargnani arrivare fino all’Nba inorgoglisce. L’Nba a Roma sarà un evento di grande impatto». La sua giornata è allietata anche da un omaggio consegnatogli da Sauro Mambrini, Ceo di Champion Europe: la maglia ufficiale di Andrea Bargnani con il numero 11 dei Toronto Raptors. «Non pensavo fosse per me - ha spiegato il primo cittadino - è bellissima».
Arriveranno dunque a Roma i marziani di Phoenix e davanti ci saranno i virtussini della Lottomatica che faranno del tutto per ben figurare. La notizia bella è che sarà ancora Tonolli ad indossare la fascia di capitano dei capitolini, mentre la negativa arrivava nel pomeriggio, con la firma di Gigli a Treviso. Tornando all’Nba Europe Live, numerosi gli eventi collaterali: dalla presentazione della prossima stagione 2006-2007 da parte della Lega Basket, alle finali della Lega Universitaria Basket di Valerio Bianchini che porterà in campo 8 Atenei, la cui gara finale è prevista prima del confronto Roma-Phoenix. Ieri, per la conferenza di presentazione dell’evento è tornato a Roma Larry Wright, autentica icona del basket capitolino. L’ex stella del Banco ha subito parlato di Roma: «Qui ho passato anni fondamentali per me. Anni che non dimenticherò mai. Ho conosciuto persone eccezionali come Valerio Bianchini, e giocatori unici come Polesello, Sbarra e Gilardi che sono la storia di questa squadra e considero come fratelli».