Storie di portieri

Samir Handanovic ha parato domenica a Cavani il quinto rigore di questa stagione; in precedenza il portiere sloveno dell'Udinese aveva neutralizzato i tiri di Eto'o, Barreto, Di Michele, Hamsik ed era stato battuto soltanto da Crespo e Totti. Per Handanovic quello di Cavani è stato il decimo rigore parato in serie A e ora lo sloveno può puntare al record di Bepi Moro che nel campionato 1948-49 con la maglia del Bari ne neutralizzò sei.
Bepi Moro era nato nel 1921 a Carbonera, a due passi da Treviso. A causa della guerra iniziò la vera carriera solo a 26 anni, nel 1947-48, quando approdò alla Fiorentina, l'anno successivo passò al Bari dove rivelò la sua specialità, l'abilità nel parare i rigori: in quella stagione neutralizzò i tiri di Annovazzi, Baldini, Blason, Rava e due volte di Neri, sia all’andata che al ritorno. Era lo specialista dell'epoca e ancora oggi detiene il record relativamente ad un campionato. Non aveva quadernetti sui quali annotava le abitudini dei rigoristi perchè l'informazione all'epoca era superficiale. Era semplicemente dotato di una rapidità di riflesso migliore dei suoi colleghi. Concluse la carriera in serie A nel ’54-55 con la Roma dopo aver giocato anche con Torino (nel dopo Superga), Lucchese e Sampdoria, per un totale di 270 presenze e soprattutto 16 rigori parati su 44 calciati contro di lui. Nove le presenze con la nazionale fino al mondiale 1950, grande protagonista contro l'Inghilterra nel 1949 allo stadio del Tottenham dove resistette 72 minuti agli attacchi inglesi. Finita la carriera, fu per una decina d'anni il vigile urbano più popolare a Treviso, morì a 53 anni a Porto Sant'Elpidio dove faceva il rappresentante di commercio.
Anche Samir Handanovic è un uomo del nord-est, seppur di oltre confine: è nato a Lubiana nel 1984 e con il Donzale vinse un campionato sloveno prima di essere acquistato dall'Udinese con cui debuttò nella nostra serie A a 21 anni contro la Sampdoria nel 2005. Poi ha giocato con Lazio e Treviso (altra coincidenza con Bepi Moro), diventando titolare con il Rimini in serie B. Tornato all'Udinese, oggi è uno dei migliori portieri in circolazione, titolare con la nazionale slovena ai mondiali in Sudafrica, è sulla lista del Manchester United per il dopo Van der Sar. Con l'Udinese in 139 presenze ha parato 10 rigori (di cui 5 in questa stagione) su 25 subiti. A differenza di Moro, può studiare alla televisione le caratteristiche dei rigoristi: Totti per ingannarlo ha dovuto rispolverare il cucchiaio.