Strage in discoteca: vittime e testimonianze

I nomi di chi non ce l'ha fatta e le testimonianze di alcuni superstiti

Il bilancio della nottata di terrore presso la discoteca “Lanterna Azzurra” di Corinaldo è drammatico: 6 morti, 5 ragazzi di 15 e 16 anni e una donna di 40, tutti dell’anconetano. I nomi delle persone decedute sono Asia Nasoni, 14 anni, di Senigallia; Daniele Pongetti, 16 anni, di Senigallia; Benedetta Vitali, 15 anni, di Fano; Mattia Orlandi, 15 anni, di Frontone; Emma Fabini, 14 anni, di Senigallia ed Eleonora Girolimini, 39 anni, di Senigallia.

La fuga di massa è stata scatenata da liquido urticante al peperoncino spruzzato all’interno del locale che ha iniziato a intossicare l’aria; a quel punto gli spettatori si sono accalcati verso l’uscita posteriore fermandosi su una pedana con delle balaustre che hanno ceduto trascinando giù molti dei ragazzi rimasti poi schiacciati.

Fonti del Giornale che si trovavano nel locale hanno parlato di una scena apocalittica con panico generale e urla:

“Io mi trovavo nel retro del locale e mi sono reso conto soltanto in un secondo momento di cosa stava succedendo, quando tutti erano giù usciti. Mi è andata bene che non mi ci sono trovato in mezzo, ma una volta fuori è stato veramente brutto. Gente che piangeva, che urlava”.

E ancora: “I soccorsi sono arrivati in fretta, ma la scena era talmente caotica che si faceva fatica a capire cosa fare o anche solo cosa fosse successo”.

Il rilascio di spray urticante all’interno di discoteche sembra essere diventata una moda e quello di stanotte è solo l’ultimo di una serie di casi recenti come lo scorso 9 settembre all’Arena Mondovicino di Cuneo, a inizio novembre all’Alcatraz di Milano.

Purtroppo stavolta ci sono scappati i morti e a questo punto, nell’attesa che i responsabili vengano identificati e arrestati, è doveroso mettere fine a tale follia, ma bisogna sempre attendere che ci siano delle vittime prima di prendere seriamente un pericolo quando i segnali c’erano tutti e da tempo.

Commenti

Adespota

Sab, 08/12/2018 - 17:59

Stessa dinamica di Torino, piazza S.Carlo, in occasione della finale Juve -Real Madrid e di altri episodi meno noti alle cronache, in assenza di vittime, ma in presenza solo di furti.