Strauss Kahn, il colpo definitivo all'accusa: "Nel referto medico nessuna prova di stupro"

L'avvocato dell'ex direttore del Fondo monetario internazionale: "Non esiste alcuna prova di violenza fisica nel rapporto consensuale tra la cameriera "Ophelia" e Dominique Strauss-Kahn"

Parigi - Non esiste "alcuna prova di violenza fisica" nel rapporto "consensuale" tra la cameriera "Ophelia" e Dominique Strauss-Kahn: lo ha affermato l’avvocato dell’ex direttore del Fondo monetario internazionale, William Taylor, facendo riferimento al referto medico stilato dopo la denuncia per stupro della donna e a cui il legale ha precisato di aver avuto accesso. Nel rapporto, "oltre al Dna, non c’è alcuna prova fisica", ha sottolineato l’avvocato in un incontro con la stampa francese che si è tenuto mercoledì a Washington.