Su Marrazzo la spada di Damocle del Tar

Claudio Pompei

A rischio i risultati delle elezioni regionali nel Lazio. Per tutta la giornata di ieri sono circolate voci e indiscrezioni secondo le quali il Tar del Lazio avrebbe addirittura annullato il voto del 3 e 4 aprile scorsi. Al momento, però, non esistono conferme ufficiali di alcun genere. L’unica cosa certa è che, negli ultimi giorni, sono stati presentati al Tar del Lazio numerosi ricorsi da parte di cittadini ed esponenti di centrodestra locali. I ricorsi denunciano il fenomeno delle firme false utilizzate per la presentazione delle liste di Alternativa sociale. Comunque sia, il Tar ha fissato un’udienza il prossimo 14 luglio che potrebbe portare all’annullamento delle elezioni svoltesi il 3 e 4 aprile. Ai consiglieri regionali eletti è stato notificato che è «sub judice» la loro proclamazione. A confermare i dubbi su tutta la vicenda è giunto ieri un comunicato della Regione Lazio (...)