Sudafrica, strage di avvoltoi per prevedere i risultati delle gare

I volatili vengono utilizzati dagli stregoni nella preparazione di riti propiziatori: alcune specie sono a rischio estinzione

È di nuovo allarme avvoltoi a causa dei Mondiali di calcio. Lo denuncia con un comunicato l'associazione per la protezione degli uccelli in via di estinzione, la «Bird Life South Africa», spiegando che a mettere in allarme i naturalisti sono stregoni e guaritori della «magia muti», che fanno largo uso di animali nella preparazione delle loro pozioni magiche.
Il problema degli avvoltoi riguarda da vicino il calcio, perché una credenza largamente diffusa fra la gente di colore del Sudafrica, sempre sensibile a riti propiziatori e magia, sostiene che fumando il cervello essiccato di tali rapaci si avrebbero visioni grazie alle quali sarebbe possibile conoscere in anticipo i risultati delle partite del Mondiale, per scommettere quindi (grande passione dei sudafricani) su questi stessi match.
Così, a causa della superstizione, secondo gli animalisti di «Bird Life», è in atto un'autentica strage di questi uccelli già a forte rischio di estinzione. Steve McKean, dell'associazione «Natal Wildlife», prevede che «se continua così, gli avvoltoi del Capo potrebbero scomparire entro i prossimi 12 anni». A cacciare questi volatili, in particolare nelle zone vicine a Città del Capo, sono bracconieri pagati dai maghi, che catturano i rapaci con trappole rudimentali o li uccidono direttamente con un veleno, l'Aldicarb, che è letale anche per gli esseri umani
Il Sudafrica è il paese con la maggiore biodiversità di uccelli, visto che sul suo territorio sono presenti 841 specie diverse. Di queste 39 sono a forte rischio di estinzione, fra le quali gli avvoltoi del «Cape», perché non trovano abbastanza cibo, rimangono fulminati quando si posano sui cavi dell'energia elettrica, ma soprattutto a causa di coloro che, per sapere in anticipo i risultati delle partite del Mondiale, voglio fumarsi il loro cervello. «Bird Life South Africa» è ora intenzionata a sottoporre il problema all'attenzione del presidente della Fifa Joseph Blatter. Gli verrà spiegato che prima dei Mondiali venivano uccisi almeno 200 avvoltoi all'anno, sempre per la preparazione di filtri, pozioni e sigarette magiche; ma che ora, a causa di Sudafrica 2010, il numero dei volatili uccisi è in vertiginoso aumento.