Apple pensa ai motori La McLaren nel mirino

Apple sarebbe pronta per fare il suo ingresso nel mercato automobilistico. L'azienda di Cupertino è di fatto interessata all'acquisizione di McLaren. Ma la casa britannica frena

Apple sarebbe pronta per fare il suo ingresso nel mercato automobilistico. L'azienda di Cupertino è di fatto interessata all'acquisizione di McLaren, la storica casa britannica che ha anche una scuderia in Formula Uno. A rivelare la trattativa è il Financial Times econdo cui l’interesse dimostrato nel produttore britannico di auto sportive nonchè a capo di un team nella Formula Uno dimostra come il colosso di Cupertino voglia trasformare il settore automobilistico. Le opzioni del produttore dell’iPhone, che da oltre due anni lavora a un’auto autonoma, potrebbero essere due: un’acquisizione o un investimento strategico. Lo dicono diversi fonti al quotidiano britannico, secondo cui le trattative sono iniziate mesi fa. Apple e McLaren si trincerano dietro un no comment ma l’Ft ipotizza che gruppo auto (in perdita) possa valere 1-1,5 miliardi di sterline. "Non possiamo confermare che McLaren sia in discussioni con Apple per quanto riguarda qualsiasi possibile investimento» ha dichiarato un portavoce della scudera", ha però affermato Ron Dennis.

Per Apple sarebbe l’acquisizione più grande da quella per 3 miliardi di dollari realizzata nel 2014 per rilevare Beats Electronics. Il più grande investimento in un’azienda fatto dall’azienda americana è invece quello per 1 miliardo di dollari in Didi Chuxin, l’equivalente cinese di Uber. Unendosi a McLaren, scrive l’Ft, Apple potrebbe spingere sull’acceleratore del progetto legato all’auto che si guida da sola: potrebbe infatti sfruttare competenze di alto livello d’ingegneria, di sistemi di computer a bordo di un veicolo e di innovativi materiali per il telaio di una vettura come la fibra di carbonio e l’alluminio.