Apple taglia la produzione di iPhone. Preoccupa l'economia cinese

Il colosso californiano ha detto ai fornitori che taglierà la produzione del 10% per questo trimestre. Preoccupa in particolare il rallentamento dell'economia cinese

Svolta nella politica di Apple sugli iPhone.

Il gigante tecnologico si prepara a tagliare la produzione degli iPhone di circa il 10% nei prossimi tre mesi. A riportarlo, è il Nikkei Asian Review.

Secondo le indiscrezioni, Apple, che ha già tagliato le stime sul fatturato del suo primo trimestre fiscale dell'anno, avrebbe comunicato già a dicembre ai suoi fornitori il taglio della produzione. E come riporta la testata asiatica, "è la seconda volta in due mesi che la società americana ha ridotto la produzione prevista per il dispositivo di punta".

La richiesta ai fornitori è stata presentata prima dello shock warning emesso il 2 gennaio con cui il colosso californiano ha dichiarato che le entrate per gli ultimi tre mesi del 2018 sarebbero arrivate a circa 84 miliardi di dollari: rivedendo a ribasso le stime. Questo avvertimento ha innescato una svendita nei mercati azionari di tutto il mondo. Molti investitori temono che si tratti di un ulteriore segnale di rallentamento della Cina.

Commenti

Fjr

Mer, 09/01/2019 - 11:16

Forse perché costano un botto e di innovativo è rimasto ben poco?O forse perché il cassetto dei miracoli lasciato da Steve Jobs si è svuotato ?Piu’ semplice pensare che i cinesi coi vari marchi avanzano velocemente e che il mercato si sta’ saturando ,scarseggiano le idee o meglio è una guerra a chi lo fa più grosso con più ram e con processori che farebbero impallidire computer che fino a 4 5 anni fa sembravano dei server

Ritratto di Suino_per_gli_ospiti

Suino_per_gli_ospiti

Mer, 09/01/2019 - 12:41

Rim Cock è alla frutta e la cosa carina è che non possono licenziarlo per la sua tanto amata diversità.