Spotify sotto attacco hacker: "Online tutti i dati sensibili degli utenti"

Il sito TechCrunch ha rivelato che Spotify ha subito un cyber attacco e tutti i dati degli utenti sono finiti in rete

Spotify ha subito un attacco informatico: tutti i dati dei suoi utenti sono stati violati e diffusi in rete.

Sarebbero centinaia gli account che sono stati violati. La popolare piattaforma di musica in streaming avrebbe ricevuto un cyber-attacco. A riportarlo è il sito TechCrunch, anche se Spotify nega categoricamente: "La pittaforma non è stata violata e i dati dei nostri utenti si trovano al sicuro".

Ma TechCrunch scrive che centinaia di credenziali di account Spotify (e-mail, nomi utente, password, tipo di account, Paese di provenienza e altri dettagli) sono state rubate dagli hacker e sono state pubblicate sul sito Pastebin. I pirati informatici avrebbero avuto accesso a questi dati e poi li avrebbero pubblicati anonimamente sul sito Pastebin.

Contattando alcuni degli iscritti a Spotify tramite le e-mail trovate su Pastebin, è emerso che le violazioni sono avvenute nei giorni scorsi. Gli utenti se ne sono accorti in diversi modi, precisa TechCrunch: alcuni hanno notato canzoni aggiunte alle playlist, altri hanno scoperto che il loro profilo veniva aperto e usato da sconosciuti. Altri ancora sarebbero stati "buttati fuori" dalla piattaforma mentre stavano ascoltando musica in streaming.

Spotify, comunque, ha ribattuto alle accuse e ha fatto sapere che i dati degli utenti sono al sicuro: "Monitoriamo Pastebin e altri siti regolarmente. Quando notiamo credenziali di Spotify, prima verifichiamo la loro autenticità, poi nel caso avvisiamo immediatamente gli utenti interessati consigliando di cambiare la password". Molti utenti però hanno confermato l'accaduto e sono subito corsi ai ripari.