La dipendenza dalla tecnologia svela il profilo digitale degli italiani

Una ricerca evidenzia i primi segnali di saturazione degli italiani nel rapporto con la tecnologia, svela nuovi profili digitali e ne indaga l’impatto sulla fruizione mediatica

Dipendenti dagli smartphone, drogati di social network, entusiasti di ogni nuovo dispositivo high-tech, ma anche convinti del fatto che la tecnologia rischia di farci perdere il gusto delle cose semplici, mette in pericolo la nostra privacy e ci ha reso persone più sole.

È questa la fotografia degli italiani e del loro rapporto con la tecnologia scattata da PHD Italia con la ricerca “Disconnect to reconnect”, condotta in collaborazione con Ciaopeople Media Group. Secondo i dati raccolti, emergono quattro profili digitali degli italiani: i consapevoli (25%), gli entusiasti (21%), i funzionali (21%) e i nostalgici (33%).

I consapevoli fanno un uso massiccio della tecnologia, ma con spirito critico. Usano molto i social, soprattutto quelli legati alle immagini, ma in modo strategico, per costruire la propria identità sociale. Sanno come “filtrare” contenuti e contatti in rete a loro piacimento e come proteggere la privacy.

Gli entusiasti sono i veri innamorati della tecnologia, colpiti da un vero e proprio colpo di fulmine. Sono sommersi da device e gadget tecnologici, hanno profili su tutti i principali social, che “nutrono” costantemente. Sono veri e propri “social network addicted” e orgogliosi di esserlo. Pensano più a condividere il momento che a viverlo. Non colgono nessun aspetto negativo.

I funzionali fanno un uso discreto della tecnologia, soprattutto per semplificarsi e organizzarsi la vita, ma sanno prendersi tempi e spazi. È il profilo con il minor investimento emotivo nei confronti della tecnologia. Hanno un approccio “basic”.

I nostalgici, pur facendone un uso importate, sono infastiditi dall’intrusione della tecnologia nella loro vita. Vivono l’utilizzo di device e social in modo conflittuale, pronti a fare un passo indietro. Sono i più preoccupati per la privacy. È il profilo più diffuso tra gli over 35.