I sex toys? Si controllano con il pensiero

Arriva il primo sex toy comandato dal pensiero: basta indossare un casco per regolarne la vibrazione, senza nessuna interazione fisica con il dispositivo

In certi momenti, avere le mani libere può essere un vantaggio. Potrebbe essere questa la motivazione che ha spinto un gruppo di appassionati francesi a sviluppare, in tempi recenti, un singolarissimo strumento per il piacere intimo: un sex toy completamente guidato dalla forza del pensiero. Non vi sono tasti d'azionare né controlli avanzati per gestire performance e velocità, tutto si regola automaticamente grazie a un casco in tessuto. Forse non la soluzione più sexy per una notte a due, ma di certo la più originale fra quelle oggi disponibili, tra giocattoli sessuali sempre più ipertecnologici, alcuni dei quali dotati anche di connessioni Wi-Fi, Bluetooth e di applicazioni dedicate per smartphone.

Gli sviluppatori in questione hanno mostrato la loro impresa in un video dimostrativo, spiegando come siano riusciti a giungere a un simile risultato. Grazie all'interfaccia OpenBCI, ovvero una piattaforma open-source per l'analisi dell'attività dei neuroni tramite il computer, il duo è riuscito a rendere possibile quello che fino a poco tempo fa sarebbe stato considerato a dir poco fantascientifico. Il sex toy è collegato a un casco in tessuto, su cui sono applicati degli appositi elettrodi per il rilevamento dell'attività celebrare. Una volta indossato, basterà concentrarsi sul giocattolo affinché cominci a vibrare, senza nessuna interazione fisica tra il dispositivo e il suo possessore. Ancora, gli ideatori spiegano come possa essere impiegato singolarmente oppure in coppia, ad esempio facendo indossare il casco al proprio partner e lasciando sia lui stesso a guidare a sorpresa la vibrazione.

Per poter acquistare il primo vibratore azionato dal pensiero, servirà però attendere qualche tempo. Il progetto è solo in fase di prototipo e, come svela il video, risulta al momento tutto fuorché comodo. Potrebbe essere abbastanza difficile, infatti, lasciarsi andare a una notte di passione avvolti da cavi e limitati dall'ingombro di un laptop.

Video che ti potrebbero interessare di Tech