Intelligenza artificiale e lavoro, le sfide dell'innovazione

Venerdì 17 maggio a Roma convegno “Intelligenza Artificiale e Computer Quantistici” promosso da Ferpi e Università Pontificia Salesiana

Indagare il rapporto tra uomo e intelligenza artificiale, fare il punto sulle applicazioni quotidiana di queste tecnologiea. Immaginare le conseguenze per l’evoluzione delle società moderne del crescente uso di intelligenza artificiale, computer quantistici, machine learning, smart infrastructures,cloud, reti 5G. Riflettere sul tema del lovori e dei nuovi lavori, ovvero se i sistemi di IA, robot e nuove tecnologie digitali siano in competizione con lavoratori umani.

È l’obiettivo del convegno “IACQ – “Intelligenza Artificiale (AI) e Computer Quantistici”, promosso dalla Facoltà di Scienze della Comunicazione Sociale dell’Università Pontificia Salesiana e dalla FERPI (Federazione Italiana Relazioni Pubbliche) – Delegazione FERPI Lazio, per la giornata di venerdì 17 maggio dalle ore 9.00 alle ore 18.30 presso l’Aula Paolo VI dell’Università Pontificia Salesiana a Roma in piazza dell’Ateneo Salesiano1. Il Convegno è patrocinato dall’Agenzia per l’Italia Digitale. Organizzatori dell’evento due soci Ferpi, Antonio Cappella, esperto di comunicazione e tecnologia, titolare dell'agenzia CS Immagine, e Simonetta Blasi, consulente e docente di Pubblicità e Public Speaking presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione Sociale dell'Università Pontificia Salesiana. Al convegno - aperto al pubblico - partecipano comunicatori, aziende, enti pubblici, educatori, formatori, studenti.

Tutti a diverso livello coinvolti nell’uso di tecnologie che se per un verso semplificano molte attività dell’agire umano, per l’altro devono misurarsi con un persistente divario digitale a livello globale e con problematiche legate alla privacy, all’etica, alla delicatezza dei confini lungo i quali ci si muove in queste tematiche. L’impatto sociale e culturale dell’intelligenza artificiale e i cambiamenti che apporterà nella vita lavorativa e professionale delle persone e in quella di enti, istituzioni, imprese, istituti di formazione, scuole, è enorme.
Obiettivo di questa giornata di studio è offrire una visione a tutto campo del panorama delle tendenze in atto e stimoli per una riflessione consapevole. Perché è importante e attuale la riflessione e i dubbi legati al fatto che i sistemi di intelligenza artificiale, robot e nuove tecnologie digitali siano in competizione con lavoratori umani, se e come automazione e digitalizzazione stiano cambiando la natura del lavoro. Nei cambi di paradigma tecnologico, l’innovazione tecnologica finisce spesso sul banco degli imputati perché il timore che le nuove tecnologie possano distruggere il lavoro è vecchio quanto quello verso il capitalismo.

Gli interventi saranno moderati da Vittorio Sammarco, giornalista e docente di Giornalismo, Comunicazione e Politica e Produzione Multimediale Convergente all’Università Pontificia Salesiana, ad abbracciare gli altrettanto numerosi aspetti dello scenario. Oltre ai rappresentanti dei due enti promotori, Ferpi–Delegazione Lazio e FCS – Università Pontificia Salesiana, parleranno esponenti di alcune delle realtà coinvolte dall’innovazione in atto: UNISAL, FERPI, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Istituto Superiore di Sanità, Microsoft, CNR, IBM, IRIDEOS, AgID, INAPP, il Rappresentante dello Stato Italiano del Progetto ESCO, Istituto Superiore di Sanità, CULTURE, NOVA Sole 24 Ore, Singularity University Roma, AGI FACTORY, IFO. E ancora Istituti Fisioterapici Ospedalieri, Bocconi, AIxIA Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale, AI Academy, Carnelutti Studio Legale Associato, Fondir, Cellenx Italia.

Il programma completo al link: https://intelligenzartificiale.unisal.it/programma/
La partecipazione al Convegno è gratuita, previa registrazione obbligatoria (posti limitati): https://intelligenzartificiale.unisal.it