Laptop battuto all'asta per 1,34 milioni di dollari: dentro i sei virus più pericolosi di sempre

Il notebook è infestato dai sei virus più pericolosi e dannosi di sempre. Venduto per scopi di ricerca

Ha pagato 1,34 milioni di dollari per un notebook. Un anonimo compratore se lo è aggiuticato all'asta per una cifra da capogiro. Ma quello che ha acquistato non è un normale computer.

Si tratta di un laptop infestato dai sei virus informatici più pericolosi di sempre. Il macchinario, infatti, contiene WannaCry (che due anni fa aveva colpito 200mila persone in 150 paesi), Mydoom (considerato uno dei più rapiti a diffondersi), Sobig (in grado di copiare i file e inviarli a server remoti), ILOVEYOU (distribuito via mail), DarkTequila (diffusosi soprattutto in Sudamerica) e BlackEnergy (che nel 2015 aveva provocato un enorme blackout in Ucraina).

Il laptop, considerato un'opera d'arte, è stato creato dall'artista cinese Guo O Dong, che ha chiamato la sua creazione "The Persistence of Chaos". Per evitare che i virus si diffondano, creando danni, è stato inserito anche un sistema di crittografia e sono state fatte modifiche, per impedire che i virus entrino in rete, come ha specificato il Fatto quotidiano.

Ma l'anonimo proprietario avrebbe ricevuto in consegna anche le istruzioni per decrittografare i dati. Il contratto di vendita, però, intima al compratore di usare il laptop e i virus che contiene al solo scopo di ricerca. Anche perché, se i sei virus più potenti di sempre venissero decriptati e liberati in rete, il danno sarebbe enorme.

Commenti

ROUTE66

Mer, 29/05/2019 - 17:09

veri geni e chi controlla che questo SIGNORE NON FACCIA DANNI'

marcs

Mer, 29/05/2019 - 22:47

Signora giornalista cosa vuol dire (considerato uno dei più RAPITI a diffondersi)? Perché non controllate cosa scrivete?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 29/05/2019 - 23:03

Chissà che non lo paghino il doppio per cedere l'aggeggio. Dipoi quei "magnifici sei" sono gli ultimi della "compagnie delle merende" chissà quanti altri virus "premeditati" circolano a nostra insaputa.