Rivoluzione Tinder: ​ora l'app si fa social

La scommessa consiste in una nuova funzione, con essa gli utenti potranno creare un gruppo tramite l'app e coinvolgere i propri amici

L'applicazione più famosa del dating online, Tinder, si trasforma: non solo appuntamenti "romantici", ora ci sarà spazio anche per le amicizie.

Dunque, la sfida del social, che conta 50 milioni di iscritti, è quella di unire l'universo del dating a quello dei social network tradizionali. L'irresistibile meccanismo dell'applicazione rimane invariato: e cioè la possibilità di scartare o salvare gli utenti in assoluta rapidità e semplicità, ovvero scorrendo il dito sul display a destra o a sinistra.

La scommessa consiste in una nuova funzione, chiamata Tinder Social. Con essa gli utenti potranno creare un gruppo tramite l'app e coinvolgere i propri amici. Unica clausola: anch'essi devono essere iscritti al social di Sean Rad. Proprio come si farebbe con una chat collettiva su WhatsApp oTelegram. Il gioco è sostanzialmente fatto: valutando i membri della compagnia e gli altri elementi personalizzabili, su tutti gli eventuali programmi per la serata, i gruppi possono manifestare interesse reciproco o scartarsi senza pietà. Proprio come si farebbe con un contatto singolo che ci piaccia o sul quale invece valga la pena passare oltre.