Salva la nostra privacy: c'è l'intesa tra Ue e Usa

Trovato l'accordo per il trasferimento e il trattamento dei dati sensibili da parte di aziende americane

È stato raggiunto oggi l'accordo tra Unione europea e Stati Uniti per il trattamento dei dati dei cittadini europei da parte delle multinazionali con sede negli Usa.

La Corte europea aveva infatti individuato pericoli per la privacy dei cittadini europei che utilizzano servizi come Facebook o Google nell'eventualità che i dati venissero trasferiti e conservati su server Oltreoceano, dove lo scandalo Nsa ha dimostrato quanto sia facile per le autorità ottenerli. L’intesa, che va a sostituire il decaduto Safe Harbour invalidato dalla Corte Ue dopo il caso Schrems che aveva vinto contro Facebook, è stata annunciata dalla commissaria Ue alla giustizia Vera Jourova. Tre i pilastri del nuovo meccanismo di tutela: forti obblighi per le società che trasferiscono i dati personali e per il governo americano, con l’introduzione per la prima volta di un meccanismo di compensazione per i cittadini Ue, e un’effettiva protezione dei diritti dei cittadini europei come richiesto dalla Corte di giustizia. Fondamentale sarà anche il carattere dinamico del nuovo accordo, in quanto verrà costantemente monitorato e rivisto per verificare il suo effettivo funzionamento.

Annunci

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 02/02/2016 - 20:41

Non fidiamoci.

blackbird

Mar, 02/02/2016 - 21:42

E c'è anche chi ci crede! Una volta che ti colleghi a Internet, tutto quello che c'è nel tuo PC , smartphon, ecc, viene scaricato, decriptato letto da un sistema informatico e immagazzinato. E lo fanno sia gli Stati che grosse, e piccole, strutture private. La privacy è tale se i tuoi dati te li tieni ben stretti, e anche così non è totale, gli archivi degli Enti pubblici sono fonte di molte informazioni.

paolo b

Mer, 03/02/2016 - 10:03

non penso che mette in rete tutto quello che fa su facebook ecc. si preoccupi della privacy !!!!!