Il tempo dei Nuovi Eroi

Stiamo attraversando un momento cruciale per il nostro pianeta e per la nostra specie, e questo è il momento migliore per essere vivi: cambiamenti epocali sono a portata di mano. Secondo Ray Kurzweil - artefice di Singularity University - nel suo La singolarità è vicina, la scienza e la tecnologia seguono un processo di crescita esponenziale, così veloce da determinare presto un salto di qualità. «Tre aree stanno preparando questo: l'ingegneria genetica, la nano-tecnologia e l'intelligenza artificiale forte. L'evoluzione di ciascuna favorisce e accelera l'evoluzione delle altre. Il risultato? Gli esseri umani supereranno la loro biologicità».

Si stima che attorno al 2020 oltre cinque miliardi di persone e cinquanta miliardi di device saranno interconnessi tra loro. In medicina, per esempio, ogni anno si generano più informazioni di quelle prodotte in tutta la storia dell'umanità: son passati quasi 100 anni da quando è stato isolato il DNA dal biochimico svizzero Friedrich Miescher a quando fu accertato il primo modello accurato della sua struttura dai Premi Nobel per la medicina del 1962 Watson, Crick e Wilkins. Si comprende quanto rapido invece il suo odierno utilizzo intensivo in quasi tutti gli ambiti dell'attività umana: dall'ingegneria genetica, alla medicina forense, alla bioinformatica, all'informatica, alle nanotecnologie. Ma anche per analisi ecologiche e studi antropologici. Oppure: nel 1986 è nata la stampa 3D, che per il suo artefice Chuck Hull serviva solo a per generare oggetti tridimensionali. Oggi l'azienda statunitense Organovo sta lavorando sui materiali organici per la riproduzione di organi umani.

La lista delle meraviglie è lunga e muta a una velocità impressionante: quello che ho appena scritto potrebbe già essere obsoleto quando lo leggerete. Ma per un vero processo evolutivo, al centro di tutto dovrà restare sempre e necessariamente l'essere umano. Ciò che dovrà guidarci e ispirarci è superbamente sintetizzato nella parola servizio. Una parola che, se incarnata da molti e condivisa per un bene maggiore perché comune potrebbe essere risolutiva di gran parte dei problemi che ci preoccupano.

oscar.dimontigny@gmail.com

twitter: @OscardiMontigny