Gusto e stile, dalla tavola hi tech al nuovo Giapponismo

Fiera Milano: alla scoperta di novità e curiosità nei satelliti di Homi, ogni tappa una sorpresa

Un milione di oggetti, un milione di idee... Homi, il Salone degli stili di vita che di tiene a Fiera Milano da venerdì 29 gennaio a lunedì primo febbraio, è esattamente questo: prodotti creativi che entreranno nell'uso quotidiano declinati secondo il gusto e la sensibilità di chi li acquista.

A partire dalla tavola, dai pranzi in famiglia allo spuntino in terrazza, dalle cene d'estate alle feste. La tavola è convivialità, accoglienza, stile di chi la prepara. Il seasonal tableware, con i suoi accessori e le tante idee per decorare la tavola in ogni periodo e stagione dell’anno, è una tendenza che Homi con i suoi espositori suggerisce ai retailer e a tutti gli amanti dell’eleganza che desiderano scoprire lo stile che verrà. Grande protagonista, la tavola diventa sinonimo di abitudini che evolvono, di idee che si fanno concrete, di forme che diventano gusto e gusti. Tra le novità ci sono padelle hi-tech per la scelta dei materiali innovativi e lo studio di forme che si adattano a convogliare meglio il calore garantendo alta efficienza energetica e il forno ad acqua, strumento comodo, efficiente e poco ingombrante che può aiutare a cuocere anche sottovuoto e a basse temperature. Per garantire praticità e risparmio arriva anche la mutlipentola, in grado di cuocere più cibi contemporaneamente mantenendo diversi regimi di cottura nello stesso tempo, per rispettare i vari cibi.

Novità interessanti anche nel settore Homi Creazioni Design dove forme tridimensionali di carta diventano decorazioni originali per le pareti di casa, divanetti stile impero ospitano cuscini dai colori vivi, nuove soluzioni di illuminazione sposano decorazioni classiche e forme moderne, mentre sensazioni sinestesiche sono regalate da simpatici ed originali profumatori che arredano la casa con stile.

Attraverso l’iniziativa Sulle orme di Hokusai, l’associazione Hokusai Project propone l’atmosfera delle stampe ukiyo-e che si richiamano alle opere del pittore e incisore Katsushika Hokusai, che ispirò, anche nella cultura occidentale, l’opera di Van Gogh, dell’impressionista Monet e del musicista Debussy. Così si può scoprire il nuovo Giapponismo tendente alla fusione dell’estetica tradizionale giapponese con le sensibilità più moderne e contemporanee. Nell’area dedicata sono esposti numerosi prodotti giapponesi che riproducono le famose stampe di Hokusai, insieme a bambole apprezzate dagli otaku (gli appassionati della cultura giapponese) di tutto il mondo. Oltre a questi sono presenti stampe ukiyo-e che raffigurano il Tempio Hossho ed altre realizzate da Hokusai, portate direttamente dal Giappone. Non mancano particolari tipi di té verde e matcha (té verde in polvere) ad immagine del Giappone e di Hokusai. Alcuni artisti mostreranno opere realizzate con tecniche artigianali tradizionali del vetro veneziano creando una fusione emozionante tra gusti estetici e sapori del Giappone, la cui cultura non smette mai di affascinare e stupire.