Tenta di rapire un bimbo e scappa, immortalato da una telecamera

Ha tentato di sottrarre un bambino di meno di due anni ma è stato ripreso da una telecamera di sorveglianza installata in strada; inseguito dai fratelli del piccolo, l'uomo ha rinunciato ai suoi piani per darsi alla fuga. È successo in Connecticut, negli Stati Uniti.

Tenta di rapire un bambino di 22 mesi in pieno giorno ma, durante la fuga, viene ripreso da una telecamera di sorveglianza installata in strada: è successo in Connecticut, Stati Uniti, dove un uomo ha tentato di sottrarre un minore senza riuscirci, dandosi poi alla fuga e facendo perdere rapidamente le sue tracce.

A bloccare il tentativo dell'uomo, sarebbe stata la sorella del piccolo di poco meno di due anni, Delicia; la ragazzina di soli otto anni, dopo aver allarmato i presenti con le proprie urla, ha tentato di inseguire il malvivente aiutata dal fratello più grande Brenden, dieci anni; nel video della telecamera di sorveglianza diffuso in rete dalla polizia si nota come ai bambini, al momento dell'accaduto affidati a una babysitter, si siano poi uniti due adolescenti che hanno definitivamente scoraggiato il rapitore tanto da farlo desistere dal portare a termine il piano. La corsa e le grida dei bimbi hanno immediatamente attratto l'attenzione dei passanti; intervistata dai media locali, la testimone Dorothy Giddings ha riportato i fatti accaduti nei concitati momenti del rapimento: «L'uomo è comparso dal nulla correndo per la strada con un bambino in braccio, seguito da una bambina urlante. La ragazzina gridava “Quell'uomo ha preso il mio fratellino! Quell'uomo ha preso il mio fratellino!”».

Anche Micheal Wright, padre del bimbo, ha commentato la terribile esperienza: «Non riesco a spiegare la sensazione, l'ansia e tutto ciò che si prova quando si scopre che i propri figli sono scomparsi e che potrebbe essergli successo qualcosa». Grazie alle testimonianze dei presenti e alle immagini della telecamera, le forze dell'ordine sono attualmente alla ricerca del malvivente-