Teppista di 4 anni espulso da asilo, genitori protestano

Un bambino britannico di appena quattro anni è stato espulso dall'asilo per aggressione, e i genitori protestano contro quella che chiamano «l'ingiusta» decisione della scuola, affermando che loro figlio è «solo molto vivace».

Un bambino britannico di appena quattro anni è stato espulso dall'asilo per «aggressione», e i genitori protestano contro quella che chiamano «l'ingiusta» decisione della scuola, affermando che loro figlio è «solo molto vivace». Ma secondo quanto ha riferito il Daily Mail, il bambino si sarebbe comportato proprio da piccolo teppista, avendo ripetutamente disturbato le lezioni e più volte aggredito i suoi insegnati. Alla tenera età di quattro anni, McKenzie Dunkley rientra al secondo posto nel record di bambini più giovani ad essere stati espulsi da una scuola britannica, superato solo da una bambina di tre, cacciata da un asilo nel Galles l'estate scorsa dopo aver picchiato una sua compagna. I genitori di McKenzie sono intervenuti contro la decisione della scuola, e in un'intervista con The Sun, la madre ha dichiarato: «nostro figlio è solo molto esuberante, questa punizione è esagerata; è compito degli insegnanti gestire bambini che non hanno neanche cinque anni». La signora Dunkley ha proseguito dicendo: «hanno messo a rischio tutto il futuro di mio figlio, perché adesso avremmo grosse difficoltà a trovare una scuola che lo prenda». Ma il preside dell'istituto ha ribattuto dicendo che la scuola aveva più volte avvertito i genitori dell'imminente sospensione del figlio: «È raro espellere un bambino così piccolo, ma in questo caso era proprio necessario. L'abbiamo mandato via dopo averlo sgridato infinite volte senza alcun risultato, e dopo che ha recentemente preso a calci un'insegnante che era intervenuta mentre si bisticciava con un compagno».