Terraferma agli Oscar: l'Anica sceglie Crialese

<em>Terraferma</em> di Emanuele Crialese è
il candidato italiano agli Oscar per il miglior film in lingua
non in inglese. E' quanto ha stabilito oggi la Commissione di
selezione istituita all’Anica

Roma - E' Terraferma di Emanuele Crialese il film candidato italiano per la corsa agli Oscar. La pellicola già presentata alla Mostra di Venezia, dove ha vinto il Leone Speciale della Giuria e il premio Pasinetti, è in lizza per entrare nella cinquina per il miglior film in lingua non inglese. La decisione è stata presa dalla Commissione di selezione istituita presso l’Anica su incarico dell’Academy Award. In gara con Terraferma c’erano Corpo celeste di Alice Rohrwacher, Habemus Papam di Nanni Moretti, Nessuno mi può giudicare di Massimiliano Bruno, Noi credevamo di Mario Martone, Notizie degli scavi di Emidio Greco, Tatanka di Giuseppe Gagliardi e Vallanzasca - Gli angeli del male di Michele Placido.

"Non sto più nella pelle, sono davvero sorpreso", ha commentato Crialese che, raggiunto telefonicamente dall’Agi, ha detto "scaramanticamente" di "non aver fatto programmi". "Continueremo - ha sottolineato il regista - i programmi già fissati, ossia la partecipazione ai festival internazionali. E poi ci concentreremo sullo sbarco del film negli States". Crialese ha, poi, ammesso di sperare in questa candidatura italiana: "Non me lo aspettavo, lo speravo, questo sì. Concorrevo con grandi film, quello di Martone ad esempio o quello di Moretti... Insomma ero in ottima compagnia". "Sono molto contento - ha, quindi, aggiunto Crialese - anche perché Terraferma, rispetto agli altri miei film ha una certa semplicità, è essenziale". L’Academy sceglierà la cinquina il 25 gennaio 2012. La cerimonia degli Oscar è prevista il 26 febbraio a Los Angeles.