Tour, re Contador è generoso: vince Franck Schleck

Lo spagnolo arriva in fondo al tappone alpino insieme ai fratelli lussemburghesi e non fa neanche la volata. Nibali soffre, ma recupera in discesa e chiude quarto davanti ad Armstrong. Domani la crono

Le Grand Bornand - Il Matador è il più forte. E non è nemmeno scemo. Nella tappa più difficile, quella con cinque colli, con il Romme e la Colombière negli ultimi 35 km, Alberto Contador resta solo con la famiglia Schleck e riesce anche a staccarla. Ma si ferma, li aspetta, viaggia di conserva fino all'arrivo e lascia pure vincere il fratellone Franck. Poteva andarsene in solitaria e vincere a braccia alzate, ma perché spendere energie preziose in vista della cronometro di domani (Annecy-Annecy): i 40,5 km contro il tempo che decideranno il Tour? Infatti si lascia riprendere dai due lussemburghesi della Saxo Bank, più scarsi di lui a cronmometro, e si lascia portare al traguardo.

Armstrong non molla Il temuto Lance Armstrong, l'unico (forse insieme Bradley Wiggins) che può guadagnargli qualcosa nelle corse contro il tempo, si è staccato già sul Romme. Con lui ci sono proprio l'ex pistard inglese e Vincenzo Nibali. L'italiano della Liquigas non riesce a seguire i migliori negli scatti secchi di Andy Schleck e si deve accontentare del gruppo di rincalzo. La Colombière è una sofferenza, ma lo Squalo si scatena in discesa. Riprende Armstrong (che lo aveva staccato) e Kloden (che era nel primo gruppo) e va a chiudere al quarto posto a 2'18" dai primi tre di giornata. Ora in classificail siciliano della Liquigas è settimo. Dietro a Contador ci sono i fratelli Schleck, Andy a 2'26" e Franck a 3'25". Quarto posto per Armstrong (a 3'55"), quindi Kloden, Wiggins e proprio Nibali.

La classifica 1. Alberto Contador (Spa) - Astana 72h27’09"; 2. Andy Schleck (Lux) - Saxo Bank + 2’26"; 3. Frank Schleck (Lux) - Saxo Bank + 3’25"; 4. Lance Armstrong (Usa) - Astana + 3’55"; 5. Andreas Kloeden (Ger) - Astana + 4’44"; 6. Bradley Wiggins (Gbr) - Garmin-Slipstream + 4’53"; 7. Vincenzo Nibali (Ita) - Liquigas + 5’09"; 8. Christian Vandevelde (Usa) - Garmin-Slipstream + 8’08"; 9. Christophe Le Mevel (Fra) - FDJeux + 9’19"; 10. Mikel Astarloza (Spa) - Euskaltel-Euskadi + 10’50".