Triste declino del Tenente Colombo Peter Falk ha l'Alzheimer

Crolla anche il mito dell'ispettore americano. Lo sfogo della figlia Catherine: «Mio padre non riconosce più nessuno e rischia di essere truffato». La sua carriera iniziò con una sprezzante battuta<br />

L'attore americano Peter Falk, reso celebre dal personaggio televisivo del Tenente Colombo, è affetto dal morbo di Alzheimer. A rivelarlo al Daily Mail è stata la figlia Catherine, che ha presentato a una corte di Los Angeles una richiesta di affidamento, come previsto dalla legge americana. La donna sostiene che il padre non è in grado di riconoscere le persone, nemmeno i suoi familiari, né di vestirsi da solo. Secondo quanto riportato nella documentazione consegnata al tribunale, l'attore avrebbe anche subìto recentemente un intervento ortopedico dopo un incidente d'auto.

Il precedente Lo scorso aprile avevano fatto scalpore in tutto il mondo una serie di foto scattate nelle strade di Los Angeles, che mostravano Falk lontano dalla sua villa di Beverly Hills, in evidente stato confusionale. «Ha bisogno di essere costantemente sotto osservazione. Può essere truffato e vendere le proprietà». A giorni è attesa la decisione della corte californiana.

Gli esordi Nato a New York il 16 settembre 1927 da madre ebrea russa e padre polacco con discendenze ungheresi (suo bisnonno Miksa Falk fu un politico e uno scrittore importante, direttore del giornale liberale Pester Lloyd), con il diploma di ragioniere in tasca si presentò a Harry Cohn, numero uno della Columbia Pictures. Per poi sentirsi dire «per gli stessi soldi posso prendere un attore con due occhi». Passa alla storia per il famoso telefilm poliziesco Colombo nel quale l'attore Usa avvolto dal suo inconfondibile trench sgualcito e con l'immancabile sigaro in bocca era solito risolvere gialli intricatissimi con caparbietà e spirito di osservazione. Il cliché era sempre quello: inchiodare l'assassino alle sue contraddizioni in modo pacato con la solita premessa: «Un'ultima cosa…». Molti ignorano che il particolare sguardo dell'attore, che ha contribuito al successo del personaggio, è dovuto ad un tumore ad un occhio che lo colpì a tre anni, dopo il quale Falk fu costretto a portare una protesi oculare. Il primo episodio fu trasmesso negli USA il 20 febbraio 1968. Sugli schermi italiani Colombo fa la sua prima apparizione il 16 febbraio 1979. Il suo personaggio ispirò il Dick Dastardly di Wacky Race. E anche Mumbly, il cane detective del Tom & Jerry Show del '75.

Premi e carriera Vincitore di tre Emmy Awards (la più importante onorificenza Usa per la tv) e di un Golden Globe, fra le interpretazioni più celebri spicca «Il cielo sopra Berlino» di Wim Wenders del 1987, dove l'attore interpreta se stesso. All'inizio degli anni '60 si guadagnò due nomination all'Oscar per i film Sindacato assassini e Angeli con la pistola con Alan Arkin. Il suo regista preferito, l'indipendente John Cassavetes, lo diresse diverse volte, come nel memorabile Una strana coppia di suoceri. Recentemente ha doppiato uno dei protagonisti del cartone Disney Shark e l'anno scorso ha girato una piccola parte nel film Next con Nicholas Cage, uscito di recente in Italia. Ironia della sorte: la figlia fa davvero la detective privata

felice.manti@ilgiornale.it