La triste parabola di Crozza, comico di regime

All'attore si richiede cattiveria spietata, non affettuosa bonomia. Il consiglio è quello di studiare Beppe Grillo, una furia impossibile da contenere

Sfidando l'ampio consenso attribuitogli dal pubblico, dirò subito che Maurizio Crozza non mi ha mai entusiasmato. A parte Alighiero Noschese, che fu maestro di fregolismo nell'indossare maschere e panni di altri, gli imitatori non mi piacciono, mi annoiano, e questo vale anche per Virginia Raffaele: proprio non capisco che cosa ci sia di divertente nell'amplificare un difetto di pronuncia, una movenza, un carattere. Arte inutile, quella dell'imitazione, al pari dei vignettisti.

Quanto alla satira politica, mi pare una versione davvero pallida e insipida rispetto ad altri momenti, anche recenti. Ma è storicamente provato che con i governi di sinistra la comicità si annacqua, per poi ritrovarsi con il ritorno dei moderati. All'attore si richiede cattiveria spietata, non affettuosa bonomia. Il consiglio è quello di studiare Beppe Grillo, una furia impossibile da contenere: lo facciano soprattutto gli autori dei testi, dedicati soltanto alla stretta attualità settimanale, su fatti che si dimenticano in fretta. O almeno rivedersi Luciana Littizzetto, che si prende il rischio di essere volgare e scorretta a 360 gradi.

Fratelli di Crozza è il nuovo programma con cui il popolare Maurizio sbarca il venerdì sulla Nove, gruppo Discovery, in prima serata. Un'ora e mezza tra monologhi e imitazioni dove alterna repertorio collaudato a novità suggerite appunto dalle ultime notizie. Vestito tutto di nero, a metà tra il buttafuori di una discoteca e un commesso di Prada, a Crozza andrebbe intanto suggerito l'uso di una camicia bianca, perché il look total black è quanto di più inelegante ci sia nell'abbigliamento maschile. Gli bastano una parrucca, due accessori, il trucco e un po' di mimica, per «diventare» lo chef Antonino Cannavacciuolo o il giornalista Maurizio Mannoni. E altri personaggi sono attesi nelle prossime puntate (dieci in tutto) fino a metà maggio.

Quando si decide a usare l'arma più acuminata del sarcasmo, Crozza scivola però nel luogo comune, soprattutto nel «rifacimento» di Maurizio Belpietro, imitazione che gli riesce proprio male perché non basta puntare sull'accento bresciano per suscitare ilarità. Ben altro trattamento, da pacchetta sulla spalla, riserva alle vicende del Pd, peraltro non così interessanti. Dopo essersi dedicato per diversi mesi all'ex premier Renzi, oggi la nuova «vittima» (si fa per dire) è il corpulento Michele Emiliano. Ma anche qui, scimmiottarne la cadenza barese è davvero poca cosa. In confronto Lino Banfi farebbe una figura da premio Oscar.

Un programma proprio moscio e scontato, con cui Crozza ha completato il prevedibile iter di comico del regime.

Commenti

Keplero17

Dom, 12/03/2017 - 12:09

Crozza proviene dalla sinistra radical shcik, lo sanno tutti, ma direi che il suo obiettivo è più quello di fare soldi che politica.

AndreaT50

Dom, 12/03/2017 - 12:16

Banfi é un gigante, questo un nanerottolo.

Libero 38

Dom, 12/03/2017 - 13:22

Poverino non fa' ridere piu' nemmeno le galline nel pollaio del mio vicino di casa.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Dom, 12/03/2017 - 13:49

Non può esprimersi al meglio, ha ancora dei dolorosissimi bruciori persistente per non essere entrato nella mangiatoia della Rai.

manfredog

Dom, 12/03/2017 - 14:27

..'di nero'..quindi come una Cozza comunista..!! mg.

Ritratto di epic_journey

epic_journey

Dom, 12/03/2017 - 14:46

crozza a me fa abbastanza ridere, non so chi potrebbe al giorno d'oggi fare un programma simile; ma deve decidere se fare il comico o schierarsi apertamente su una linea politica, altrimenti risulta essere ambiguo

rokko

Dom, 12/03/2017 - 14:49

Non condivido per nulla questo giudizio, a me Crozza fa ridere e non è nemmeno vero che è benevolo verso taluni personaggi. A volte rende l'idea del personaggio che imita meglio dell'originale stesso, cosa che succede puntualmente con Renzi, De Luca e Razzi.

Fjr

Dom, 12/03/2017 - 15:48

Si sa ' i tagliandi dell'R8 costano ,e usarla per farci la spesa è un debito, perché non passare a una bella ibrida e sparare meno minchiate?costerebbe meno e ne guadagnerebbe in immagine, a Sanremo il prossimo festival lo osannerebbero

Fjr

Dom, 12/03/2017 - 15:48

Si sa ' i tagliandi dell'R8 costano ,e usarla per farci la spesa è un debito, perché non passare a una bella ibrida e sparare meno minchiate?costerebbe meno e ne guadagnerebbe in immagine, a Sanremo il prossimo festival lo osanerebbero

Fjr

Dom, 12/03/2017 - 15:50

Caro Sig.Beatrice arrivare a paragonare Noschese a Crozza è come paragonare la Nutella alla.....vediamo se ci arriva da solo

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 12/03/2017 - 17:18

Crozza un comico? Non esageriamo.

MOSTARDELLIS

Dom, 12/03/2017 - 17:57

Quella di Crozza, Litizzetto, Raffaele e tanti altri, non è satira, è semplicemente un tentativo non riuscito di far ridere la gente alle spalle di altra gente. E' una delle tante miserie umane alle quali si ricorre per fare soldi alle spalle degli altri. La cosa diventa assurda quando la RAI usa i soldi del contribuente italiano per pagare il cachet a queste misere (artistiamente parlando) persone.

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Dom, 12/03/2017 - 19:13

Non fa ridere , e' banale , veste male , fa annoiare... Ma , allora se fate tutti questi commenti vuol dire , che bene o male lo guardate , CRIBBIO! Il "CRIBBIO" va pronunciato come lo dice Silvio.

federik

Dom, 12/03/2017 - 19:24

Crozza è patetico, fa ridere solo gli stolti ed i comunisti (....lo so che è un assioma).

albero_a_cammes

Dom, 12/03/2017 - 19:58

Non capisci "cosa ci sia, di divertente nell'amplificare un difetto di pronuncia, una movenza, un carattere..." Luca? Come farebbero i falsi politically-correct ed i radical-freaks di sx a ridere dei difetti o presunti tali, di cui, madre-natura, ha dotato, ognuno di noi? Si ride per l'imitazione del tono di voce dell'Onorevole Brunetta o, sotto-sotto, della sua altezza?

sts

Dom, 12/03/2017 - 20:14

Crozza per voi è sprecato,riguardatevi Biberon

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 12/03/2017 - 20:15

Maurizio, lo hai capito perfettamente, c'è spettatore e spettatore. Io ho un gran rispetto della tua rappresentazione, piucchèaltro per la tua particolare personalità. Forte, per nulla comica, dall'intuito sagace. Attivissimo e mai irriverente. Disponibile anche con autoironia. Onesto. Ad averne un altro come te. I confronti con altri sono assolutamente da respingere. Tu sei unico e da rispettare. Anche se a volte fai scivoloni, col Papa, con Renzi, creature da proteggere. Vai con Bersani e Razzi. Vai col balletto. Con affetto. -riproduzione riservata- 20,15 - 12.3.2017

levy

Dom, 12/03/2017 - 20:32

"Un comico di regime" una definizione perfetta.

routier

Dom, 12/03/2017 - 20:44

Si dice che "ironia" è ridere DEGLI ALTRI, "umorismo" è ridere CON GLI ALTRI. Crozza è solo ironico. Peccato, poteva usare meglio il suo talento.

piazzapulita52

Dom, 12/03/2017 - 21:13

"Spaccapettini" con le sue battute senza senso non fa ridere nessuno! Dopo le prossime elezioni politiche anche lui sarà spazzato via!!!

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Dom, 12/03/2017 - 22:26

^°@°^ Crozza mi fa sbudellare dal ridere, anche se mi sembra gli si sia seccata un po' la vena comica, solo un po'. Fa un po' il comunistaccione o lo è comunque sia, in questo regime comunista, se non lo sei o non lo fai NON LAVORI, non c'è niente da fare. Le donne oltre a quanto detto molto spesso devono anche fare fior di p*****i.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Dom, 12/03/2017 - 22:28

## ^°@°^ Crozza mi fa sbudellare dal ridere, anche se mi sembra gli si sia seccata un po' la vena comica, solo un po'. Fa un po' il comunistaccione o lo è comunque sia, in questo regime comunista, se non lo sei o non lo fai NON LAVORI, non c'è niente da fare. Le donne oltre a quanto detto molto spesso devono anche fare fior di p*****i.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Dom, 12/03/2017 - 22:30

L'imitazione di Belpietro è davvero penosa .

il sorpasso

Dom, 12/03/2017 - 23:02

Non mi dimenticherò mai la figura di m....che fece qualche anno fa a Sanremo ah ah ah. Non è certamente il mio comico favorito ...

umberto nordio

Lun, 13/03/2017 - 06:44

Sottoscrivo "in toto".Sono solo ovvie facezie per anime semplici. Piccoli peti che si disperdono velocemente nel vento.

ziobeppe1951

Lun, 13/03/2017 - 08:01

Maggiulli..non ho capito perché nella satira ci sono persone da protegge ed altre no, persone di serie A e di serie B...fai anche tu come quei cagasotto di charlie hebdo o vauro che offendono i Cristiani ma è rigorosamente vietato offendere i musulmani (chissà perché? eh)..

routier

Lun, 13/03/2017 - 09:28

Quando Crozza fara' l'imitazione di se stesso riuscira finalmente a far ridere davvero.

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Lun, 13/03/2017 - 12:35

Mi ricordo come quando Crozza venne fischiato a Sanremo e lui non fu in grado di accettare la critica, facendo l'offeso e interrompendo in modo poco professionale la sua esibizione: certo uno abituato alle risate registrate o gli applausi a comando durante le sue demenziali trasmissioni deve averla presa a male fare i conti con la realtà. È il classico egoista arragante, che si incipria e trucca come una femminuccia prima di un programma e che sinceramente non mi fa mai ridere proprio perché gli manca il vero Spirito, quello con la S maiuscola!

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Lun, 13/03/2017 - 12:40

Crozza, una abituato alle risate registrate e gli applausi a comando durante le sue trasmissioni, che quando si è trovato davanti al pubblico del Festival di Sanremo, ha dovuto fare i conti con la dura realtà: fischi e pochi applausi, al punto che invece di continuare la sua esibizione, si è messo quasi a piangere incapace di accettare le critiche e dimostrando appunto una scarsa professionalità e mancanza di umiltà. Un egoista arrogante che a me personalmente non ha fatto mai ridere, finto e falso come i kili di trucco che si mette e quella cura maniacale per il viso peggio di una femminuccia. Insomma una persona da non imititare e un pessimo esempio per i giovani!