Troppi sbagli per l’Ascoli e il Livorno ne approfitta

Ascoli. L'Ascoli non è riuscito a vincere nemmeno ieri pomeriggio, il Livorno ha ringraziato bissando il successo esterno di Messina ottenuto prima della sosta. La squadra di Arrigoni, ora nei quartieri alti della classifica, ha avuto vita facile contro una formazione marchigiana in crisi. Tre punti dopo sei giornate sono davvero poca cosa anche per chi deve salvarsi. Alle spalle dei bianconeri restano solo il Chievo, il Parma e le tre penalizzate. La partita è stata decisa da uno svarione della difesa di casa che si è bloccata permettendo a Danilevicius di segnare solo davanti a Pagliuca. Poi nella ripresa il colpo del ko di Filippini che ha tirato fuori un bolide che non ha lasciato scampo. Il Livorno ha giocato metà ripresa in dieci ma praticamente non se n'è accorto nessuno. L'Ascoli ha accusato il colpo e a fine partita il presidente Benigni ha incontrato il d.g. De Nicola. Il Livorno, con il morale alle stelle, si prepara invece alla sfida di Coppa Uefa di giovedì contro il Rangers Glasgow.