Tutti registi con YouTube grazie al software Remixer

da Milano

YouTube ha indubbiamente rivoluzionato il linguaggio della comunicazione visiva. Se prima dell’avvento del broadcasting on-line i video dovevano essere ben strutturati, ideati e creati con strumenti professionali ora vincono l’immediatezza e le idee. Basta avere anche solo un cellulare con una fotocamera capace di girare miniclip video e si ha la possibilità di proporre i propri lavori ad una platea mondiale, inserendoli su YouTube o siti similari.Per rendere i propri lavori ancora più accattivanti proprio Youtube ha recentemente lanciato un programma di editing video on line completamente gratuito. Si tratta di Remixer (http://www.youtube.com/ ytremixer?turn_on=next) un tool scritto in linguaggio Java (Flex2) e quindi multipiattaforma che per essere utilizzato necessita solo dell’installazione del plug-in e di un browser di navigazione internet. Remixer si appoggia sulla tecnologia di Adobe Premiere Express, il programma che consente di editare video direttamente su web e che a sua volta sfrutta l’esperienza maturata nell’editing video professionale da Adobe con il suo celebrato software Adobe Premiere. Per utilizzare Remixer serve una registrazione (gratuita), i requisiti tecnici minimi già menzionati (obbligatori) e una buona dose di fantasia. La struttura di Remixer è estremamente intuitiva per caricare i propri filmati basta trascinarli sull’interfaccia mostrata dal browser con il meccanismo del «drag and drop», letteralmente copia e incolla. Il formato di partenza dei video non è importante, Remixer supporta un po’ di tutto: .3gp, .avi, mov e mpeg. Lo stesso programma provvede poi a convertire il filmato nelle dimensioni corrette applicando il codec di compressione video supportato da YouTube. Nell’insieme Remixer ricorda molto da vicino un programma di editing video tradizionale, con funzioni molto semplificate che risultano comprensibili anche a chi non ha mai avuto a che fare con programmi di manipolazione video professionali. Sulla scia di Remixer sono disponibili in rete altri servizi analoghi. Uno dei più interessanti è JumpCut (http://www.jumpcut.com). Richiede anch’esso l’installazione di Flash e l'utilizzo di un browser di navigazione, nonché la registrazione, anche in questo caso gratuita. Rispetto a Remixer ha un meccanismo di gestione dei filmati leggermente diverso, soprattutto per quanto concerne l’importazione. Forse molto meno intuitivo del «Drag and Drop» di Remixer ma estremamente efficace. Con JumpCut si può scegliere una funzione pilotata «Start the Wizard» che guida l'utente, passo dopo passo, al caricamento del video e alle funzioni di modifica. Cliccando invece sul pulsante «Open the Editor», sempre presente nell’interfaccia principale, si può accedere direttamente alla sezione di editing video con le funzioni di transizione video e la possibilità di tagliare e incollare le clip tra loro. Un'ultima annotazione riguarda i formati e le dimensioni. Benché programmi di questo tipo supportino, come già detto, una grande varietà di sorgenti video, bisogna tenere presente che si tratta di tool semplici dalle funzionalità limitate, che non possono essere paragonate a quelle di uno strumento di editing professionale. Così può risultare che un video ad alta risoluzione una volta importato in Remixer per effetto del ridimensionamento e della compressione applicata (YouTube converte i video nel formato .FLV, Adobe Flash Video) perda gran parte della sua qualità. Per cercare di ovviare a questo problema si può cercare di importare video che abbiano già le dimensioni del filmato finale che verrà poi pubblicato, nel caso di YouTube, ad esempio, 425x350 pixel.