Maroni: "A TuttoFood per valorizzare le eccellenze lombarde"

Il governatore nel giorno di apertura a Fiera Milano in visita allo stand della Regione: "Abbiamo voluto mettere a disposizione uno spazio per i nostri produttori, soprattutto quelli più piccoli, che non hanno la possibilità di partecipare da soli a una grande manifestazione come questa". Corrado Peraboni, ad di Fiera Milano: "Edizione dei record per un settore come il food italiano che è tra i leader mondiali"

Nel giorno di apertura TuttoFood 2015, la Milano Food Exhibition organizzata da Fiera Milano aperta a Rho fino al 6 maggio ha confermato in pieno le aspettative della vigilia. Confermate dal grande numero di visitatori professionali e buyers italiani e stranieri che hanno affollato tutti i 10 padiglioni espositivi fin dal mattino. Le eccellenze dell’agroalimentare in “vetrina” sono un unicum per qualità, varietà dei prodotti, impegno di aziende grandi e piccole che hanno scelto da mesi di essere presenti a questa edizione speciale, che si tiene in concomitanza con Expo Milano 2015. Fiera speciale anche perché esprime in pieno il peso del settore in termini economici, produttivi, di innovazione e capacità di esaltare il lifestyle legato al food e le nuove tendenze. Con opportunità di business che anche per l’export che vale 33 miliardi di euro e ha come obiettivo di raggiungere i 50 miliardi entro il 2020.

“Questa è l’edizione dei record, basti dire che gli espositori sono saliti a quasi 3.000. Nel settore food l’Italia è tra i leader mondiali – ha detto Corrado Peraboni, nuovo amministratore delegato di Fiera Milano –. E TuttoFood ne supporta la filiera, in linea con la strategia che Fiera Milano persegue anche negli altri settori di punta del made in Italy. Lo confermano gli oltre 2.100 buyer profilati da 77 Paesi, tra i quali mercati forti Stati Uniti, Regno Unito, Belgio, Germania, Francia e da mercati in crescita come Svezia, Finlandia, Taiwan o Hong Kong. La forza di TuttoFood nasce anche dal saper coniugare le opportunità di business con il ruolo di osservatorio sulle tendenze, con ricerche e convegni”.

“A grandi settori produttivi - aggiunge Peraboni - corrispondono grandi fiere, e si sentiva il bisogno di una rassegna di respiro internazionale in uno dei settori trainanti del made in Italy. Tuttofood riempie una casella su una scacchiera dove sono presenti con successo il mobile e la moda che rappresentano l'Italia a livello fieristico. L'ambizione è quella di diventare la vetrina internazionale del food italiano in tutte le sue espressioni”. Ragionamento che si lega all’internazionalizzazione. Andare all’estero è una missione per fiere adulte - ha concluso l’ad -. Se questa edizione confermerà questo trend, potremo pensarci”.

Alla prima giornata è intervenuto anche il presidente di Regione Lombardia, Roberto Maroni che ha visitato, accompagnato da Peraboni, dal neo presidente di Fiera Milano Roberto Rettani e e da Paolo Borgio responsabile di TuttoFood, diversi stand - fra cui quello della Calabria - e quello della Regione Lombardia nel giorno in cui è stato anche inaugurato il Padiglione Lombardia a Expo.

“TuttoFood si integra perfettamente con Expo – ha spiegato Maroni – , i due eventi sono vicini e anche ben collegati, il nostro obiettivo è valorizzare le eccellenze lombarde eccellenze e creare occasioni per sviluppare la nostra economia. Siamo, e molti non lo sanno, la prima Regione agricola d'Italia e siamo la prima per produzione agroalimentare. Abbiamo prodotti - ha proseguito il governatore - che non sono seconde a nessuno, come sto vedendo visitando gli stand degli espositori lombardi, per cui grandi mostre come Tuttofood sono assolutamente importanti. Per questo come Regione abbiamo voluto mettere a disposizione uno spazio per i nostri produttori, soprattutto quelli più piccoli, che non hanno la possibilità di partecipare da soli a una grande manifestazione come questa. E invece qui possono farlo nello stand della Regione Lombardia, in un contesto internazionale".

E nel viaggio fra padiglioni e stand si scoprono tante innovazioni che colpiscono per originalità e cambiamenti che rivoluzionano anche le abitudini più scontate grazie alle nuove tendenza fusion dei sapori, partendo da cibi e ricette che, pur essendo intramontabili, vengono proposti al grande pubblico sotto il segno di mix fantasiosi e accattivanti. È il caso del cappuccino salato presentato dal maestro pasticcere Gabriele Boezio: è composto da un bacio di dama a base di formaggio e agrumi, con crema di nero di seppia a sostituire il caffè e una spuma particolare tratta da una radice vegetale che simula il latte. E il futuro porterà anche tanta attenzione all’ambiente e a tradizioni antichissime: così ecco presentato dal barman e trainer ufficiale di Planet One Diego Re un nuovo format di bar green, che sfrutta ingredienti insoliti o poco utilizzati, a chilometro zero e senza sprechi. Tra le proposte: infusi ayurvedici con aloe vera e spremuta di arancia, serviti in fialette stile erboristeria, fino a un drink “epico”, che potrebbe essere quello servito da Circe agli assetati compagni di Ulisse, si chiama Ciceone (che significa “mescolare”) ed è composto da miele, farina, formaggio, vino e ghiaccio. Dissetante, ma anche nutriente, tanto da poter sostituire un pasto.

E lunedì in fiera è protagonista, a proposito di tendenze e alimentazione sana e sicura, la cucina senza glutine, che punta all’eccellenza con il Campionato Mondiale di Gluten Free in cui si sfideranno pasticceri e panettieri: a vincere sarà, naturalmente, il cibo di qualità e la buona salute. TuttoFood è sempre più un laboratorio di tendenze di consumo: sono previsti tra gli altri, incontri ed eventi relativi ai trend del fuori casa, sempre più vario, con proposte che vanno dalla colazione al pranzo, dall’aperitivo alla cena informale o raffinata. E resta alto l’interesse dei distributori italiani e stranieri per i prodotti di nicchia, mentre la grande distribuzione punta su più efficaci strategie anti-spreco e il negozio di “alimentari” diventa un’App a tre dimensioni da vivere dal vivo e su internet come un’esperienza in continuo cambiamento, Intanto, per Carne, Pesce e Olii la qualità è sempre più anche una questione di “etichetta”, una garanzia per il consumatore e una valorizzazione per le tipologie di prodotto più tipico.

MINIGUIDA AGLI EVENTI Lunedì 4 maggio

9.30 Italian Food forum: internazionalizzazione: nuove opportunità distributive per un mercato sempre piu globale (Sala Aries Centro servizi)
10 Ecco come sarà il negozio del futuro, tra connettività e convergenza (pad 6 reception)
14.30-16.30 Area Fipe ( Pad. 14 stand M47-N40) Presentazione della ricerca Fipe “La filiera del fuoricasa: qualità, efficienza, valore” - Interviste ai protagonisti di Tuttofood sui temi della ricerca
15.10 La sensibilità al glutine non celiaca (Pad.6 E09 F18)
16.15 Ridurre gli sprechi di prodotti di distribuzione al dettaglio. Organizzato da: Shop2015 (Pad. 6 reception )

Per saperne di più TuttoFood: www.tuttofood.it, @TuttoFoodExpo, #TuttoFood2015.