La Tv degli eccessi

New YorkIn Americatutti vogliono ballare con le stelle. La versione americana del talent show trasmesso in Italia da Raiuno e condotto da Milly Carlucci, in onda ormai da qualche anno negli States, è inondata di richieste. Alcune anche rischiose. E la rete televisiva Abc, che insieme alla Disney produce la divertente gara di ballo in cui personaggi famosi si cimentano nei generi tipici della migliore tradizione delle «ball-room», adesso si trova ad un bivio. I creatori dello show vogliono che a cimentarsi nei romantici valzer, nelle sensuali danze latino-americane, passando per il fascinoso tango e il caliente paso doble, siano anche le coppie gay. Che due donne, o due uomini, abbiano lo stesso diritto degli eterosessuali a unirsi nelle mosse ose’ della danza. Che ai maestri di ballo spetti il compito di trasformare anche alcuni protagonisti del mondo gay in veri e propri ballerini.
Hollywood spera che il primo personaggio gay a cimentarsi nel talent show sia Portia De Rossi, l'attrice che si è accasata, l'anno scorso, con la sua inseparabile compagna, la presentatrice televisiva Ellen DeGeneres (diventando una delle coppie di lesbiche più amate dagli americani) e che ha preso anche il cognome della compagna, diventando pubblicamente Portia DeGeneres. La coppia non smentisce. Presentando la sua nuova biografia, intitolata Unberable lightness: a story of loss ang gain, Portia ha ammesso recentemente che non le spiacerebbe apparire a Danzando con le stelle, per spezzare un altro grande tabù contro gli omosessuali. Ma la middle America è pronta per questo salto nell'uguaglianza dei sessi? La Disney se lo domanda, timorosa di perdere gli incredibili rating che adesso accompagnano ogni puntata, ricca di personaggi famosi che si mettono in gioco per apprendere le regole della danza sportiva e per contendersi l'accesso alla finale che si è appena disputata (con ben 26 milioni e mezzo di spettatori). In finale è arrivata Bristol Palin, la ragazza madre figlia di Sarah Palin, l'ex candidata repubblicana alla Casa Bianca come vice presidente. Inesperta e all'inizio piuttosto tesa, la giovane Palin ha raccolto milioni di voti, dimostrando ai maghi della Disney che l’audience è composta, in maggior parte, da telespettatori conservatori. Perché rischiare, allora, e lanciare coppie gay? Perché la platea gay segue anch'essa, fedelmente, ogni puntata, portando gli indici d'ascolto alle stelle. E perché c'è chi è pronto a scommettere che molti americani continuerebbero a seguire lo show, con un pizzico di voyerismo. Dietro le quinte, infatti, c’è chi spinge la Disney ad accettare solo coppie femminili, composte da due donne sexy e bellissime, per attirare gli uomini.
Dopotutto uno dei segreti della trasmissione è il mescolarsi di Hollywood e del mondo della politica; e la partecipazione, piuttosto costante, di stelle cadenti. Di divi e politici che cercano di far dimenticare al pubblico un arresto per alcolismo, un ricovero per droghe, uno scandalo, un brutto divorzio o un life style scellerato. La lista è lunga: da Tatum O'Neal a Jennifer Grey e forse, presto, anche Lindsay Lohan e l'ex governatore di New York, Elliot Spizer, cacciato dopo uno scandalo con una prostituta.