Ue, Frattini contro Schulz: "Racconta solo bugie"

Il capogruppo del Pse all'europarlamento accusa il governo italiano: &quot;Non ha sostenuto la candidatura di D'Alema a Mister Pesc&quot;. Il titolare della Farnesina non ci sta: &quot;E' il il vero autore del fallimento&quot;. Bonaiuti: &quot;Ci crede solo<em> Repubblica</em>&quot;. Boniver: &quot;Schulz ridicolo&quot;

Roma - "Spendo solo due parole per replicare a Schulz, che è il vero autore del fallimento clamoroso di D’Alema: sono bugie e tutta l’Europa lo sa". Così il ministro degli Esteri Franco Frattini risponde al capogruppo del Pse all’Europarlamento, Martin Schulz, che in una intervista ha accusato il governo italiano e il premier Silvio Berlusconi di aver "fatto cadere la candidatura di Massimo D’Alema" a Mister Pesc. Il capogruppo del Pse ha avanzato l’ipotesi che Berlusconi avrebbe chiesto ad alcuni colleghi conservatori di non appoggiare la candidatura italiana.

Bonaiuti smentisce "È davvero fuori dal mondo che l’onorevole Schulz tenti di addossare al governo italiano la responsabilità della mancata nomina del presidente D’Alema ad Alto rappresentante della politica estera dell’Unione europea quando invece tutti, compreso Schulz, sanno bene che la scelta è stata determinata dal partito socialista europeo. Ma, ormai, alle bugie di Schulz credono soltanto lui e la Repubblica".

Boniver: Schulz è ridicolo "Perfettamente ridicolo Schulz che cerca di buttare la croce addosso al governo italiano per la mancata nomina di D’Alema a Mister Pesc, che invece era sostenuta da un’ampia maggioranza parlamentare. Caso mai c’è da riflettere sul de profundis calato sull’Europa con la nomina di due (per ora) semisconosciute personalita". Lo ha detto Margherita Boniver, deputato del Pdl e presidente del Comitato Schengen.