Varata Pi-Ship la "barca drone" anti inquinamento

TECNOLOGIA Prototipo realizzato dalla Pitom, azienda del Polo Tecnologico di Navacchio (Pisa), ed è stata sperimentata e inaugurata nel piccolo laghetto artificiale del Brentino, nel comune di Massarosa (Lucca)

È lunga un metro e pesa 15 chili. Con altri 15 clili di attrezzature a bordo. Si chiama Pi-Ship, la barca-drone, o barca-robot, in grado di perlustrare gli specchi d’acqua e portare a terra informazioni sulla presenza di sostanze inquinanti, ma anche di prelevare campioni dal fondale. Si tratta di un prototipo realizzato dalla Pitom, azienda del Polo Tecnologico di Navacchio (Pisa), ed è stata sperimentata e inaugurata nel piccolo laghetto artificiale del Brentino, nel comune di Massarosa (Lucca). L’imbarcazione può muoversi in un lago o in un fiume, in perfetta autonomia. «L’idea di una barca automatizzata - dice Roberto Mati, uno degli ingegneri della Pitom - nasce in campo militare. Poi si sviluppa nei settori commerciale e civile. Leader nel settore sono Stati Uniti e Israele. Ma anche a Pisa nascono prodotti innovativi capaci di essere molto utili».