"Vento di Sardegna" in testa nell'oceano

Dopo ben 14 ore trascorse "nell’occhio del ciclone", da giovedì pomeriggio la barca con a bordo Andrea Mura e Riccardo Apolloni, naviga di nuovo veloce nell’oceano sempre saldamente al comando della regata

Dopo ben 14 ore trascorse «nell’occhio del ciclone», da giovedì pomeriggio «Vento di Sardegna», con a bordo Andrea Mura e Riccardo Apolloni, naviga di nuovo veloce nell’oceano ed è sempre saldamente al comando della regata. Questo il report inviato da Mura sulle ultime 36 ore di navigazione: «Siamo saliti oltre il 52° parallelo per trovare venti più favorevoli. Nelle ultime 12 ore abbiamo guadagnato 40 miglia sull’avversario diretto, Roaring Forty 2. Con vento di 25 nodi al traverso abbiamo spesso raggiunto i 20 nodi con punte di 22. Era difficile stare in piedi in pozzetto. Ma vi assicuro: adrenalina pura!
Annunci