Viareggio chiude le porte anche in faccia a Galli

Quattro giorni di stop: poi il calcio è ripartito. Da una vetrina come il torneo del Carnevale. A significare che il futuro è nei giovani. Da educare al massimo rispetto delle regole. In un pomeriggio di pioggia, in uno stadio desolatamente vuoto, Fiorentina e Maccabi Haifa hanno dato vita alla prima sfida. A seguire, sparse per i campi della Toscana, dell'Umbria e della Liguria, sono scese in campo Inter e Genoa, Torino, Livorno e Spartak Mosca. In tutto dieci gare. Allo stadio dei Pini controlli rigorosissimi per la sfida tra i viola e gli israeliani che, a sorpresa, si sono imposti con una doppietta di Baram Kaial, la prima stella del torneo.
Dicevamo dei controlli. Ingressi vietati per tutti. Ammessi solo i giornalisti accreditati, il personale sanitario, gli accompagnatori delle due squadre in campo. Oltre agli organizzatori della manifestazione. A far le spese del rigidissimo servizio d'ordine anche l'allenatore della Primavera del Milan Filippo Galli e due accompagnatori della giovanile rossonera. Volevano seguire la gara, controllare potenziali futuri avversari: ingresso negato e possibilità di seguire Fiorentina-Maccabi solo in tv. Il blocco del pubblico ha provocato non pochi problemi agli organizzatori: soprattutto a quanti avevano investito fondi per ospitare le gare. Per questo il presidente del circolo giovani calciatori di Viareggio, Alessandro Palagi, ha tirato un grosso sospiro di sollievo quando nel tardo pomeriggio è arrivata la telefonata del commissario Pancalli con la deroga. Da oggi il pubblico sarà riammesso sugli spalti. Una decisione inevitabile se si vuole cercare di salvare il lavoro dei tanti volontari che lavorano mesi.
Comunque vada questa cinquantanovesima edizione ha già visto cancellate la sfilata degli atleti, le manifestazioni inaugurali e la serata di gala. Una vera disdetta per chi può vantarsi di aver visto nascere, sui campi del Viareggio, ben 17 artefici del nostro trionfo mondiale in Germania. Da Marcello Lippi, che al torneo di Carnevale ha partecipato sia da giocatore che come tecnico della Samp, a Peruzzi, Buffon, Amelia, Zambrotta, Nesta, Cannavaro, Oddo, Pirlo, Gattuso, Totti, Perrotta, De Rossi, Barone, Toni, Inzaghi, Del Piero. Oggi pomeriggio esordio della Juventud di Montevideo, vincitrice a sorpresa della edizione 2006. Gli uruguayani hanno deciso di riprovarci.