Vicenza, progetto-pilota per salvare il centro da traffico e inquinamento

STRATEGIE I mezzi utilizzati sono tutti equipaggiati con batterie al sale Fz Sonick

Pochi sanno che circa il 50% dei veicoli elettrici circolanti è alimentato da batterie al sodio cloruri di nickel, tecnologia che presenta vantaggi rispetto a quella delle batterie al litio. Anche in Italia, in città come Bologna e Roma, i mezzi della società di trasporto pubblico urbano sono alimentati con le batterie al sodio cloruri di nickel che utilizzano il sale da cucina invece del piombo: sono meno pesanti, non richiedono manutenzione e ricariche frequenti, sono insensibili alle temperature esterne e hanno componenti completamente riciclabili.
A Vicenza, il gruppo Fiamm partecipa al progetto «Veloce», insieme al Comune e alle associazioni di categoria. Per proteggere dal traffico e dall’inquinamento un centro storico dall’equilibrio così delicato come quello di Vicenza, sono stati coinvolti in un progetto di responsabilità sociale tutti gli attori del sistema: l’istituzione, le categorie economiche, le aziende, per definire insieme diverse modalità di accesso al cuore della città. Il Comune ha definito una zona a traffico limitato, che limita le fasce orarie di accesso dei veicoli nel centro storico per la consegna delle merci. Per evitare la congestione della zona, nelle fasce orarie prescritte è stata creata una piattaforma logistica che permette di concentrare le spedizioni nel centro storico, evitando un continuo via vai di mezzi e offrendo un servizio a zero impatto ambientale, grazie all'utilizzo di mezzi elettrici.
È nata così la società «Veloce Logistic Center» a controllo pubblico, che ha per oggetto la fornitura di servizi innovativi e la qualificazione del sistema logistico delle merci. Funziona così: per le consegne nel centro storico, i vettori tradizionali portano le merci alla piattaforma logistica di Veloce, che gestisce con la propria flotta di mezzi elettrici «l'ultimo miglio», con il risultato di razionalizzare le consegne, limitare il numero di veicoli che circolano nel centro e annullare l’impatto ambientale.
Fz Sonick, la società del gruppo Fiamm dedicata allo sviluppo delle batterie al sale, è partner tecnologico di Veloce per la fornitura delle batterie ecologiche al sale per trazione elettrica, Fiamm-Zebra Sonick. «La tecnologia delle batterie al sale - afferma Nicola Cosciani, direttore Sviluppo strategico e ad di Fz Sonick - ha raggiunto un alto grado di affidabilità e garantisce soluzioni efficienti per le flotte di automezzi a propulsione elettrica: i tempi di ricarica delle batterie, tra le 7 e le 8 ore, e l’autonomia dei mezzi sono perfettamente conciliabili con l’organizzazione delle consegne in orario lavorativo e le percorrenze in ciclo urbano».
Il veicolo elettrico presenta vantaggi che lo rendono particolarmente efficace per il traffico cittadino: emissioni nulle, silenziosità, maggior efficienza nei tragitti «stop and go». «Le batterie al sale - continua Cosciani - sono tecnologie consolidate nel settore della trazione elettrica, ma presentano notevoli potenzialità anche in altre applicazioni, come nella generazione e distribuzione dell'energia prodotta da fonti rinnovabili, grazie alla loro capacità di accumulare grandi quantità di energia, oppure nei gruppi di continuità delle centrali telefoniche per garantire sicurezza anche in caso di black-out della rete elettrica».