Visite mediche per la diagnosi tempestiva del melanoma

Il melanoma è un tumore cutaneo, spesso maligno, caratterizzato da un'alta mortalità. Ogni anno, in Italia, vengono diagnosticati 20 nuovi casi su centomila abitanti. Ciò suggerisce la necessità d'una prevenzione a tutto campo che si ponga come obiettivo precise regole di comportamento, evitando (ma è solo un esempio) l'eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti, sia naturali che artificiali. Una diagnosi precoce, seguita dall'asportazione della lesione tumorale, evita tragiche conclusioni. Da tre anni la Fondazione ANT Italia e Findomestic promuovono in otto città italiane un ciclo di visite gratuite per la diagnosi precoce del melanoma. L'ANT - Associazione Nazionale Tumori - mette a disposizione della collettività oncologi di grande esperienza e strumenti diagnostici (come il videodermatoscopio) di ultima generazione. Negli anni passati queste visite, aperte a coloro che le richiedono sono state effettuate a Firenze, Taranto ed a Mestre. Quest'anno a Roma, Napoli, Bologna, Torino e Milano (prenotazioni fino al 9 dicembre telefonando al numero di telefono: 800.92.92.03). Nel corso del 2010, inoltre, il Progetto Melanoma riguarderà anche i bambini delle Scuole primarie e secondarie di primo Grado di Milano, Bologna, Bari, Brescia, Cologno Milanese e Lendinara. Sono in programma 1.140 visite dermatologiche gratuite. Nelle scuole prescelte, gli oncologi dell'ANT svolgeranno anche incontri con gli alunni a scopo formativo e informativo. Questa nuova campagna preventiva gode del contributo di Mediafriends che con la «Fabbrica del sorriso» ha coinvolto l'intero palinsesto di Mediaset e di Radio 101, sollecitando (e ottenendo) donazioni di aziende e di privati. Fino ad oggi il progetto melanoma, attivo da sei anni, ha interessato ventottomila soggetti; tremila sono stati operati per l'asportazione delle lesione sospetta.
É necessario ricordare che l'Associazione Nazionale Tumori si occupa di tutte le patologie oncologiche. Fondata nel 1978 dal professor Franco Pannuti, primario al Malpighi di Bologna ed autore di un apprezzatissimo trattato di Clinica oncologica, è nota a livello internazionale perché svolge assistenza sanitaria gratuita ai malati di tumore. Ogni giorno, in varie città italiane, un plotone di medici, psicologi, fisioterapisti, nutrizionisti, assistenti sociali, infermieri (tutti volontari e sono più di quattrocento) assiste a domicilio tremila pazienti. Dal 1985 ad oggi, i pazienti che hanno goduto di questo generoso trattamento domiciliare sono più di ottantamila.