Web, Twitter sotto attacco degli hacker iraniani: il sito va in tilt per un'ora

La piattaforma di
micro-blogging vittima di un attacco del cyber esercito iraniano. Una pagina mostrava
una bandiera verde, il colore dei riformisti, su cui era scritto: "Hezbollah è il vincitore"

Teheran - La piattaforma di micro-blogging e social nerwork Twitter è stata vittima nella notte di un attacco hacker, firmato dal "cyber-esercito iraniano", che ha impedito a milioni di utenti di usufruire del servizio per circa un’ora. Stando a quanto ha riferito oggi il sito della Cnn, i naviganti della rete che questa notte hanno provato a collegarsi a Twitter sono stati automaticamente reindirizzati a una pagina web che mostrava una bandiera verde, il colore dei riformisti, sul quale era scritto in rosso "Hezbollah è il vincitore". In basso, invece, è comparsa una scritta in inglese che attaccava gli Stati Uniti.

L'attacco hacker Una lettura complessiva di questi elementi rende difficile collegare, almeno per il momento, l’attacco hacker a qualche gruppo politico attivo in Iran. Il rapporto tra il social network e l’Iran si è fatto negli ultimi tempi molto stretto. Solo pochi giorni fa i responsabili di Twitter avevano nominato le contestate elezioni presidenziali in Iran "argomento dell’anno 2009". A contribuire in modo decisivo al riconoscimento sono stati i milioni di messaggi targati "Iranelections", tag che decine di migliaia di blogger iraniani, e non solo, associano a ogni notizia legata alle proteste dell’Onda Verde, che hanno invaso la rete dallo scorso giugno.

I giovani e Twitter Twitter, utilizzato all’inizio dai giovani blogger riformisti per necessità, vista la stretta decisa dal governo contro i mezzi d’informazione occidentali, si è rivelato uno strumento fondamentale, in grado di informare il mondo su cosa sta accadendo in uno dei Paesi più delicati per gli equilibri regionali.