Weekend alla scoperta del formaggio di fossa e del salame "strolghino"

Weekend tra formaggi di fossa di varie località, un salame strolghino da record, olio extravergine d’oliva, i vini di 138 cantine emiliano romagnole e la più autentica tavola regionale per il <a title="ilo sito del WineFood Festival Emilia Romagna" href="http://www.winefoodfestivalemiliaromagna.com/" target="_blank"><strong>Wine Food Festival</strong></a>, che da venerdì 18 novembre riserva ai viaggiatori gourmet tanti appuntamenti con i sapori dell’Emilia Romagna

Weekend tra i saporiti formaggi di fossa, un salame "strolghino" da record, olio extravergine d’oliva, i vini di 138 cantine emiliano romagnole e la più autentica tavola regionale: ecco il nuovo menù imbandito dal Wine Food Festival, che da venerdì 18 novembre riserva ai viaggiatori gourmet tanti appuntamenti con i sapori dell’Emilia Romagna. Vediamo dove andare, le tavole sono imbandite.

Zibello, uno "strolghino" da Guinness

Tappa a Zibello, capitale del celebre Culatello, per November Pork. Come nei precedenti appuntamenti, nel primo pomeriggio di sabato 19 si aprirà nella bella cittadina rinascimentale il mercato di prodotti tipici con le migliori eccellenze agroalimentari d'Italia, i prodotti della migliore salumeria italiana, oltre ad altre specialità alimentari di nicchia, compresi ovviamente i protagonisti della tradizione culinaria locale: Culatello di Zibello, Spalla Cruda di Palasone, Spalla Cotta, formaggio Parmigiano Reggiano e vino Fortana del Taro. Durante la serata nel grande stand gastronomico si gusteranno i piatti tipici della zona e anche a Zibello sarà in funzione il takeaway "McPorc" che distribuirà hot dog, hamburger "nostrani" e birra per tutta la sera. Domenica mattina verso le 12.30 si darà inizio alla produzione del Salame Strolghino da Guinness, con norcini anziani e giovani impegnati a fondo per insaccare il mostro di lunghezza, già vincitore del Guinness dei Primati nel 2003. Una volta terminato, l’enorme "serpentone" sarà "sacrificato" e distribuito gratuitamente a tutti i presenti nello stand gastronomico adiacente a Piazza Giovannino Guareschi.

Formaggi a tutto "fossa" tra Sogliano, Mondaino e Talamello

Tre gli appuntamenti di domenica 20 novembre con altrettante località e i loro formaggi stagionati nelle fosse. Mentre prosegue a Talamello, nel riminese, "L’Ambra di Talamello", Sogliano al Rubicone (Fc) ospita per tre domeniche la 37a edizione della "Fiera del Formaggio di Fossa di Sogliano DOP" e a Mondaino, splendido borgo dell’entroterra riminese, si tiene "Fossa Tartufo & Cerere", con il formaggio di fossa delle colline riminesi tra i protagonisti in tavola. A Sogliano oltre a degustare e acquistare formaggio di fossa e prodotti tipici negli stand gastronomici e visitare le fosse in cui il formaggio stagiona, si potranno assaporare pietanze a base di fossa nel ristorante allestito dalla Pro Loco in Piazza Matteotti. Nella mostra mercato di Mondaino e nei punti di ristoro "sfileranno" domenica i migliori prodotti tipici del territorio: dal tartufo bianco pregiato al formaggio di fossa, passando per l’olio extravergine, i mieli e tanto altro. Alle 10.30 si terrà l’apertura ufficiale delle fosse al Mulino della Porta di Sotto e la consegna del "Fiammazz de Foss" (caprino di fossa) della Val di Fiemme (Trentino). Grazie al Gemellaggio tra Mondaino e Cavalese, il formaggio trentino è stato stagionato nelle fosse di Mondaino, celebrando l’incontro tra due culture e due universi di sapore diversi. Per tutta la giornata Mondaino ospiterà cortei folkloristici ed esibizioni musicali della tradizione fiemmese.

Coriano festeggia l’oliva e l’extravergine

Domenica 20 e anche la domenica successiva Coriano (Rn) si trasforma in un paese ricco di profumi e di prodotti della terra e dell’artigianato, accuratamente selezionati: olive nostrane, olio extravergine di oliva, tartufo, funghi, vino nuovo, miele e derivati, formaggi di fossa, prodotti naturali e macrobiotici, frutta, piante e fiori, artigianato del vimini, del ferro battuto, della terra cotta del rame, del legno. E’ la 25a edizione della Fiera dell’Oliva e dei Prodotti Autunnali. Oltre a poter visitare i frantoi del territorio corianese, uno dei più consistenti produttori di olive e olio extravergine di oliva di ottima qualità si potranno degustare tante specialità tipiche, accompagnate dai migliori vini del territorio, proposte dagli stand della Pro Loco: baccalà alla mugnaia, polenta e primi vari al ragù e ai funghi, bruschette, contorni alle olive, salsicce, piadina con affettati, fagioli con le cotiche e tanto altro. Ad arricchire l’offerta enogastronomica spettacoli di strada, animazione, spettacoli di falconeria e lanci di colombi oltre a dimostrazioni di antichi mestieri.

Enologica: il Salone delle eccellenze

Oltre 50 eventi tra degustazioni guidate, show cooking con 18 chef stellati, 15 momenti di approfondimento su vino, cibo e loro linguaggio, 14 appuntamenti con stravaganti abbinamenti enogastronomici tra le eccellenze della tavola regionale (dall’Albana al cappone in galatina, passando per l’Olio di Brisighella, il Parmigiano Reggiano e tanto altro) e la presenza di 138 cantine dell’Emilia Romagna in esposizione. Sono i numeri di Enologica edizione 2011, il Salone del Vino e del Prodotto Tipico ospitato dal 18 al 21 novembre (ultimo giorno riservato agli operatori) alla Fiera di Faenza (Ra). Tra gli appuntamenti da non perdere, la degustazione monografica dedicata al Sangiovese e l’appuntamento dedicato all’aringa, che sarà proposta nelle sue ricette più classiche in abbinamento alla Malvasia.
Tutti gli appuntamenti e i pacchetti weekend, sul sito Wine Food Festival