Banksy dona un murales a una scuola elementare

Banksy realizza un murales sulla parete esterna di una scuola elementare a Bristol, come ringraziamento agli alunni e all'istituto per avergli intitolato un'aula

Banksy/La Presse

Dove passa lascia letteralmente il segno: di lui non si conoscono provenienza o connotati certi ma solo l’incredibile tratto creativo. Il geniale e misterioso writer inglese Banksy ha colpito ancora, ma questa volta in quella che si sussurra e ipotizza essere la sua città d’origine: Bristol. L’artista ha deciso di donare un murales alla scuola elementare Bridge Farm e ai suoi 550 alunni. Un gesto sentito e di ringraziamento, che ha voluto mettere in pratica in risposta al direttore e agli studenti della struttura, che gli avevano dedicato interamente un’aula.

Al ritorno dalla pausa delle vacanze del mid-term, ovvero un momento di stop tra le vacanze pasquali e quelle estive, gli alunni e il personale hanno potuto ammirare la creatività del giovane direttamente sul muro dell’istituto. Non solo, perché accanto al graffito il preside Geoff Mason ha trovato una busta con un messaggio del writer, con cui invitava gli alunni a sentirsi liberi di cambiare il murales, nel caso non fosse stato di loro gradimento. Concludendo la missiva con una frase importante: «Ricordatevi che è più facile ottenere il perdono che il permesso».

La conferma della veridicità del gesto è stata data dal portavoce dello stesso Banksy, che ha voluto così rispondere al gesto amorevole. L’immagine da lui tracciata è realizzata con un segno molto infantile ed essenziale, ricalca la tecnica tipica dei bambini molto piccoli. Il murales rappresenta volutamente una stilizzazione basica dove la casa, il fiore e il bambino sono realizzati in modo lineare. La creatività di Banksy, invece, riprende vita nella figura della ruota avvolta tra le fiamme, dove la minuziosità artistica esplode letteralmente. La sua arte e la sua mente ironica hanno segnato i muri delle maggiori captali europee, mentre nel 2014 una sua opera realizzata sulla porta di un circolo per ragazzi ha evitato che la struttura chiudesse. Il preside Geoff Mason ha escluso la vendita del murales che sarà fonte di ispirazione per gli studenti, mentre si prepara a proteggere il disegno con un pannello di plexiglas.