Le donne russe chiedono aiuto ai sex coach: ecco perché

Il sesso viene spiegato dalle sex coach alle donne russe: ecco perché si ricorre a queste classi, tra l'altro piene di sex toy tra i più vari

Sono sempre di più in Russia le donne che si rivolgono a un sex coach per parlare di sesso.

Non si tratta per loro di apprendere tecniche o posizioni sessuali, quanto di imparare a conoscere l’argomento e ancor prima a riuscire ad affrontarlo, superando molti retaggi culturali. A Mosca fioriscono così classi di questo tipo, come riporta il Daily Mail: una sex coach alla lavagna aiuta in questo modo le donne a esplicitare i propri desideri sessuali.

Il sesso è stato uno dei grandi tabù in Unione Sovietica, ma anche negli ultimi anni il Cremlino ha spinto verso valori conservatori. Il risultato: anche per le donne adulte l’amore fisico resta un grande mistero, qualcosa che le intimidisce. “Sono così imbarazzate a parlare di sesso - ha spiegato la sex coach Viktoria Ekaterina Frank, psicologa e sessuologa - che riescono a malapena a respirare”.

Molto poco è cambiato quindi da trent’anni a questa parte. Precedentemente le autorità sovietiche promossero l’idea che l’atto sessuale sarebbe stato funzionale alla sola riproduzione. E quindi di sessualità non si è mai parlato a scuola o in famiglia fino alla caduta dell'Unione Sovietiva. Tanto che non furono poche le donne all’epoca a usare l’aborto come metodo di contraccezione, perché preservativi e pillole anticoncezionali non erano disponibili. L’interruzione volontaria di gravidanza russa registrò valori fra i più alti al mondo all’inizio degli anni ’90, infatti. Con il crollo dell’Urss, i Paesi ex sovietici furono invasi da film erotici e pubblicità hot sulla stampa. Ma dopo un iniziale boom di interesse, la quantità di questi materiali è stata talmente eccessiva da generare un rifiuto da parte dei cittadini.

E anche se da un lato la cultura dominante invita ai valori tradizionali della famiglia, le persone iniziano a sentire il bisogno di parlare di sesso, cosa che avviene grazie alle sex coach, agli psicologi, ai sessuologi e anche ai blogger - ma soprattutto alle blogger.