Il gruppo religioso contro le donne che partoriscono con il cesareo: "Sono pigre"

I Disciples of the New Dawn hanno lanciato una campagna contro le donne che partoriscono con il cesareo: "Non avete davvero dato alla luce un bambino"

Si chiamano Disciples of the New Dawn e sono uno delle tante comunità religiose nate in questi anni. Un movimento davvero particolare che ora, come riporta il Daily Mail, si è scagliato contro il parto parto cesareo: "Accettatelo: non avete davvero dato alla luce un bambino. Mostrate rispetto verso le donne superiori che, invece, hanno fatto il loro dovere".

Su Facebook era addirittura nato una pagina in sostegno a questo gruppo religioso. Come riporta Leggo, però, "a causa della grande indignazione scatenata sul web, è stata lanciata una petizione su Change.org per farla rimuovere".

Una mamma ha risposto così ai Disciples of the New Dawn: "Sono orgogliosa di aver partorito con il cesareo non avrei potuto dare alla luce la mia bambina altrimenti, con il parto naturale l’avrei uccisa". E un'altra: "Sottoporsi a questa operazione spesso significa che la vita della mamma o del bambino sono in pericolo partorire è un miracolo ed è un qualcosa sul quale non può essere gettato fango, come in questo gruppo. Non importa come si dia alla luce un bambino. L’importante è che una nuova vita inizi e che ognuno stia bene e al sicuro".

Commenti
Ritratto di GMTubini

GMTubini

Mar, 05/05/2015 - 09:01

Questa è roba da TSO.

elio2

Mar, 05/05/2015 - 09:29

Mi sanno più essere una comunità di deficienti fuori dal tempo e dalla storia, piuttosto che una comunità religiosa.

Ritratto di Lupry

Lupry

Mar, 05/05/2015 - 09:52

Dei geni....

SanSilvioDaArcore

Mar, 05/05/2015 - 10:05

Credenti... pazzi pericolosi

Holmert

Mar, 05/05/2015 - 10:57

Gli ostetrici sono stati sempre a favore del parto naturale. Le statistiche parlano chiaro e vedono sempre più i parti con il cesareo guadagnare terreno. Però, come si usava dire una volta, bisogna risalire a monte. L'età della donna che partorisce come primipara è sempre più attempata e sopra i 30 anni per cui è soggetta ad inerzie uterine ed a complicazioni. Il cesareo rappresenta una necessità spesso e volentieri e non una scelta. Resta da vedere se a parità di età e di condizioni generali produce più complicanze il parto cesareo o quello per via naturale. E poi, diciamolo chiaramente, non tutti riescono a pilotare un parto naturale con perizia. Mia moglie ebbe una emorragia massiccia e fu salva per miracolo dopo un mese di sala di terapia intensiva ed una 10ina di trasfusioni. Perciò, il secondo fu cesareo.

ORCHIDEABLU

Mar, 05/05/2015 - 12:39

Che idiote queste persone non hanno nulla nel cervello,provocano e basta.piuttosto sono gli ospedali che avrebbero dovuto da secoli far partorire in modo indolore le donne,ma purtroppo le mani nelle sanita' l'anno sempre avuta gli uomini e non le donne e quindi siamo indietro di secoli in tutto il mondo.E purtoppo sempre gli uomini si sono arrogati il diritto di inseminare artificialmente scavalcando l'onnopotenza di dio,arrecando anche gravi danni alla salute di donne e bambini,per soldi e fama.

luigi.muzzi

Mar, 05/05/2015 - 14:17

Religioni: gabbie per la mente e catene per ... il buon senso...

Ciro81

Mar, 05/05/2015 - 19:12

Ma lasciamoli perdere questi mongoli!