L'investigatore che fa sesso con le massaggiatrici per scoprire i bordelli illegali

Si spaccia per un normale cliente e, se scopre qualcosa di illecito, avvisa subito la polizia. Ecco la storia di John, il "demolitore di bordelli"

È un lavoro davvero insolito, quello di John, 60 anni e divorziato, che, come scrive Dagospia riprendendo The Indipendent, "viene pagato per fare sesso con le prostitute". O, come dice lui: "Ricevo per lo più lavoretti di mano".

John, infatti, è un investigatore ingaggiato come "demolitore di bordelli". In pratica, entra in un centro massaggi e cerca di capire se lì si si svolgono anche pratiche sessuali a pagamento (e, soprattutto, illegali).

Ma non si pensi che il suo è un lavoro semplice o piacevole: "compila rapporti specificando orari, date, persone, indirizzi, che poi saranno utilizzati in aula giudiziaria. In questi centri gli offrono rapporti sessuali, che servizievolmente accetta, ma nella maggior parte dei casi si riceve un veloce servizietto manuale. L’obiettivo dei gestori è fare veloce e passare ad un altro cliente".